Dom 26 Settembre 2021 — 02:59

Borsa Milano oggi cauta, in evidenza Unipol



Il focus dei mercati resta sui timori di inflazione e sulla possibile reazione delle banche centrali

Borsa italiana oggi

Avvio di settimana all’insegna della cautela per i listini azionari internazionali, inclusa Piazza Affari, che termina comunque in rialzo. Il focus dei mercati resta sui timori di inflazione e sulla possibile reazione delle banche centrali: ulteriori segnali su questo fronte sono attesi mercoledì dai verbali della Fed. Si guarda inoltre alla situazione Covid: nelle ultime ore il Regno Unito in particolare ha accelerato sulle riaperture, anche se il premier Boris Johnson ha invitato a tenere alta la guardia per quanto riguarda le varianti del virus. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,39% a 24.862 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso, mentre Wall Street procede negativa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 122 da 120 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano sale a 1,10%.

Sul forex, l’euro è poco mosso a 1,2140 contro il dollaro; il  petrolio avanza con il Brent a 69 dollari e il Wti a 66 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: finanziari sotto i riflettori

Sulla Borsa italiana il focus è sugli assicurativi con le azioni Unipol +2,6% maglia rosa del Ftse Mib: il titolo beneficia delle indicazioni positive degli analisti dopo i conti del primo trimestre, con Equita che mette l’accento sulla prossima distribuzione di dividendi, confermando la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo di 6,1 euro.

Generali sopra la parità (+0,3%) nel giorno del cda sui conti: le attese di consensus sono positive, mentre emergono nuove critiche di Caltagirone sul tema della governance.

Fra le banche si guarda sempre alle possibili combinazioni della nuova tornata di consolidamento nel settore: Banco Bpm (+2%) sarebbe l’opzione preferita di Unicredit (+0,3%), mentre resterebbe in corsa Mps (-0,2%) con l’ipotesi di uno spezzatino delle sue filiali.

Nel risparmio gestito, Ubs in un report ha limato il prezzo obiettivo su Banca Mediolanum (+0,3%) da 10,50 a 10,30 euro, confermando il giudizio buy; inoltre il broker alza il target price su Fineco (-1,5%) da 14 a 14,70 euro, confermando il neutral; stesso giudizio su Banca Generali (-0,2%), con target che passa da 31,40 a 32 euro; e su Azimut (+0,8%) con target alzato da 19,10 a 20,10 euro.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jefferies hanno limato il target price su Pirelli (+0,3%) da 5,50 a 5 euro, confermando il rating hold.

Bene Stellantis (+1,6% sopra 15 euro) che domani illustrerà i termini di un’alleanza in campo tecnologico con il colosso asiatico Foxconn, il fornitore di Apple.

Debole Atlantia a -2% fanalino di coda del listino principale.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura