Dom 26 Settembre 2021 — 02:54

Borsa Milano oggi accelera al ribasso con Unicredit, Eni



Il presidente della Fed di St. Louis Jim Bullard condivide i toni “da falco” sfoderati questa settimana dalla banca centrale americana e prevede che il primo rialzo dei tassi potrebbe arrivare nel 2022. Pesano anche i contagi Covid nel Regno Unito e le scadenze di ozpioni e future su indici e azioni

Borsa milano oggi

La Borsa italiana termina oggi in deciso calo, in linea con gli altri indici internazionali che probabilmente non hanno ancora digerito le ultime indicazioni della Fed. Proprio oggi il presidente della Fed di St. Louis Jim Bullard ha dichiarato alla Cnbc di ritenere “naturali” i toni da falco sfoderati questa settimana dalla banca centrale americana e che il primo rialzo dei tassi potrebbe arrivare nel 2022. Per il dibattito sulla riduzione degli acquisti (tapering) è “aperto” ma serviranno “diversi meeting”. Inoltre si guarda al balzo dei contagi del Covid nel Regno Unito. Sull’andamento odierno potrebbe anche influire la scadenza di opzioni e future su indici e azioni (“Quattro streghe“). Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,93% a 25.218 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento negativo di Wall Street.

Per l’indice principale di Piazza Affari la settimana va in archivio con un -2% circa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 108 da 102 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano sale a 0,87%.

Sul forex, l’euro cede altro terreno sotto 1,19 contro il dollaro per effetto del rafforzamento del biglietto verde; il petrolio tenta un rimbalzo con il Brent a 73 dollari e il Wti a 71 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: prese di beneficio su banche e petroliferi

Sulla Borsa italiana le prese di beneficio prendono di mira le banche con Unicredit a -4,3%; debole inoltre Bper (-2,3%) che ha completato l’acquisizione delle filiali da Intesa Sanpaolo (-3%).

Realizzi inoltre sui petroliferi con Eni -3%, Saipem e Tenaris in calo di circa il 2%.

La maglia nera va però a Stmicroelectronics (Stm) -4,5%.

Si difende Diasorin, titolo sempre esposto al tema del Covid, in rialzo di un +1%.

Azioni Prysmian poco mosse dopo la commessa in Turchia da 140 milioni.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Oddo ha alzato il target price su Stellantis da 18 a 23 euro, confermando il rating outperform, ma il titolo sconta le prese di beneficio e cede quasi il 3%.

Banca Akros ha alzato il prezzo obiettivo su Mondadori (+3,5%) da 2 a 2,5 euro, confermando il buy.

Nel lusso nuovo acuto di Tod’s su cui non s’arresta il flusso di acqusiti speculativi: il titolo segna un +13,3%.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura