Dom 24 Gennaio 2021 — 00:27

Borsa Milano negativa: in luce Ferragamo, realizzi su Prysmian, banche e Pirelli



Piazza Affari consolida oggi in una seduta segnata ancora da numerose trimestrali, mentre nuovi timori sulla guerra commerciale Usa-Cina offrono un pretesto per le prese di beneficio

Borsa milano oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari consolida oggi in una seduta segnata ancora da numerose trimestrali, mentre nuovi timori sulla guerra commerciale Usa-Cina offrono un pretesto per le prese di beneficio. La deposizione oggi del presidente della Fed Powell al Congresso non ha riservato novità eclatanti. Sulla Borsa di Milano il Ftse Mib segna in chiusura -0,85% a 23.580 punti, in una seduta europea debole e con Wall Street poco mossa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 154 punti da 147 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,24%.

Sul forex, l’euro si conferma debole poco sopra quota 1,10 contro il dollaro; il petrolio tenta un recupero con il Brent a 62 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Borsa Milano: in luce Ferragamo, scivola Prysmian

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib si mette in luce Ferragamo +4% dopo i conti migliori delle attese.

Forti realizzi su Prysmian -7,1% dopo la trimestrale, con gli analisti di Kepler Cheuvreux che hanno tagliato la raccomandazione da buy a hold e il target price da 21,5 a 20,5 euro, mentre quelli di Banca Akros hanno ridotto il giudizio da buy ad accumulate confermando il prezzo obiettivo a 23,50 euro.

Nell’auto prese di beneficio su Pirelli -3%, mentre frena anche Fca -1,1% dopo il rally.

Banche in rosso con Unicredit -2,1%, Intesa Sanpaolo -1,4% dopo che gli analisti di Oddo Bhf hanno tagliato il rating da neutral a reduce, con target di 2,30 euro.

Fuori dal Ftse Mib in rosso anche Mps -1,2%, mentre la Popolare Sondrio cede il 2,8% dopo un balzo ieri (+13,5%, con scambi quadruplicati) che potrebbe finire sotto la lente della Consob.

Restando tra i finanziari, Generali -0,8% dopo che Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo da 16 a 17,50 euro, pur confermando la raccomandazione neutral.

In calo le azioni Enel -0,7% con le valutazioni contrastanti degli analisti dopo i conti.
Negativi i petroliferi con Saipem -2,3%, Tenaris -1,6%, Eni -0,5%.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura