Sab 06 Marzo 2021 — 12:04

Borsa Milano in rosso con Prysmian e Saipem, settimana negativa



Scarso entusiasmo sui mercati internazionali per le misure di stimolo annunciate ieri sera dal presidente eletto Usa Biden. Piazza Affari manda in archivio una settimana di realizzi dopo il buon inizio d’anno

Borsa italiana oggi

La Borsa italiana termina anche oggi negativa e manda in archivio una settimana di realizzi dopo il buon inizio d’anno. Scarso entusiasmo sui mercati internazionali per le misure di stimolo annunciate ieri sera dal presidente eletto Usa Biden, tanto più che diversi dati macro americani sono usciti oggi peggiori delle attese, fra cui vendite al dettaglio, prezzi alla produzione e fiducia Michigan. Inoltre pesano le nuove restrizioni in Europa per contenere i contagi del coronavirus. In Italia si attendono gli sviluppi della crisi di governo, con il voto di fiducia fissato per lunedì alla Camera e martedì al Senato. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,13% a 22.381 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede a sua volta in rosso. Per l’indice principale di Piazza Affari la settimana va in archivio con un ribasso a questi livelli di quasi il 2% (-1,81%).

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 115 da 119 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,61%. I mercati “sembrano reggere, con l’azione della Bce che contribuisce a mantenere la volatilità a livelli storicamente contenuti”, si legge in una nota di Amundi.

Sul forex, l’euro si indebolisce sotto 1,21 contro il dollaro; il petrolio è debole con il Brent a 55 dollari e il Wti a 52 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce risparmio gestito, miste le banche

Sulla Borsa di Milano pesanti le azioni Fiat Chrysler (Fca) -4,3% nell’ultimo giorno di contrattazioni prima della fusione con Peugeot e la quotazione lunedì del nuovo gruppo Stellantis.

In evidenza il risparmio gestito dopo un report di Goldman Sachs che fra l’altro ha promosso Banca Mediolanum (+2,2%) e bocciato Fineco (-1,1%), alzando anche il prezzo obiettivo su Banca Generali (+0,7%) e Azimut (-0,9%).

Le banche non riescono ad approfittare della discesa dello spread con Intesa Sanpaolo a -0,7%, Banco Bpm -0,8%, Unicredit -1,8%, la stessa Bper -0,65%.

Fra le utilities, Enel +0,3% dopo che Moody’s ha migliorato il rating sul debito a lungo termine a Baa1 da Baa2 con outlook stabile.

Forti realizzi su Prysmian -4,4% e fra i petroliferi Saipem -2,7% e Tenaris in calo di oltre il 4%.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, Jp Morgan ha alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Eni (-1,9%) da 8,50 a 9 euro, pur confermando la raccomandazione underweight.

mediobanca del vecchio 05-03-2021 — 10:29

Del Vecchio smentisce asse con Caltagirone su Mediobanca-Generali

Al momento non sembra che i due soci abbiano un piano comune per intervenire sulla governance del Leone di Trieste. La partita comunque si deciderà entro un anno

continua la lettura