Gio 20 Giugno 2019 — 22:14

Borsa: Milano in rosso con petroliferi



Pesano i timori in vista del meeting Opec. Banche contrastate

Piazza Affari negativa questa mattina, appesantita non solo dallo stacco di alcune cedole ma soprattutto dal nuovo scivolone dei petroliferi, che temono un pur graduale aumento della produzione di greggio al meeting dell’Opec di venerdì prossimo 22 giugno.

A Milano il Ftse Mib segna alle ore 10,38 -0,53% a 22.073 punti, con un impatto stimato dello stacco del dividendo da parte 5 società pari a -0,22%. La Borsa italiana peraltro scambia in linea con le altre piazze europee.

Il petrolio resta in territorio negativo dopo le forti vendite di venerdì scorso, con il Brent in questo momento poco sopra i 73 dollari e il Wti sopra quota 64 dollari al barile.

Sul forex, euro/dollaro nuovamente debole sotto quota 1,16 contro il biglietto verde.

Sul fronte macro, il saldo della bilancia commerciale italiana di aprile è uscito a +2,93 miliardi contro attese per un avanzo di +3,21 miliardi.

In serata prende il via il simposio della Bce a Sintra, in Portogallo, in cui prenderà la parola il presidente Mario Draghi (ore 19,30).

Sull’obbligazionario, il tasso del Btp a 10 anni si attesta al 2,61% da 2,6% della chiusura di venerdì, con lo spread sul Bund a quota 223 punti da 219.

Tornando agli indici di Borsa, le vendite prendono ancora di mira i petroliferi con Saipem -2,3%, Tenaris -1,6%, mentre Eni limita i danni a -0,8%.

Realizzi anche su Ferrari -1,6%, Moncler -1%, Prysmian -1,6%.

Contrastate le banche, che tentano un rimbalzo dopo due sedute fortemente negative in scia agli annunci della Bce che pur terminando a fine anno il suo piano di acquisto titoli, prevede di mantenere i tassi di interesse fermi ai minimi storici fino almeno all’estate 2019. Fra queste: Banco Bpm poco sotto la parità nonostante i progressi sul fronte degli Npl, Intesa Sanpaolo +0,2%, Bper +0,6%, Ubi +0,5%, Mps -3,2%, Carige -1,2%, Unicredit +0,2%.

Si mettono in luce comunque i finanziari con Unipol +1,1% e Azimut +1%. Positiva anche Telecom +0,65%.

fca news mirafiori 20-06-2019 — 10:39

Fca: trovato accordo tra Renault e Nissan? Nomura sulle azioni è neutral

Nissan potrebbe varare un nuovo consiglio di amministrazione, che secondo i dirigenti della Renault potrebbe consentire di rilanciare la possibile fusione con Fca

continua la lettura