Dom 26 Settembre 2021 — 03:09

Borsa, Milano in rialzo con banche e Telecom



Avvio di settimana in rialzo per Piazza Affari, con il resto d’Europa in cerca di una direzione

Borsa italiana oggi

Avvio di settimana in rialzo per Piazza Affari , con il resto d’Europa in cerca di una direzione. Da parte sua Wall Street mette a segno nuovi record sul Dow Jones, mentre riprende la rotazione a danno dei titoli tecnologici, che affossa così il Nasdaq. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,78% a 24.802 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso, mentre Wall Street procede a sua volta contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 114 da 118 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 0,93%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,2160 contro il dollaro; il  petrolio è poco mosso con il Brent a 68 dollari e il Wti a 64 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: banche sotto i riflettori

Sulla Borsa italiana il focus è sulle banche con le ultime ipotesi di fusioni e acquisizioni e ancora in scia alle trimestrali, nonché sulla scorta delle indicazioni aggiornate degli analisti (vedi più sotto). Si mette in luce Unicredit +5 4%, con Bper a +3,8%, Banco Bpm +2,8%, Mps invece chiude poco sotto la parità.

Banca Popolare di Sondrio (+3,6%) ha archiviato il primo trimestre con utile netto in crescita a 59,3 milioni rispetto ad una perdita di 46,5 milioni nel pari periodo 2020.

Bene le azioni Telecom (Tim) in rialzo di oltre il 2% grazie a ricoperture, dopo le recenti preoccupazioni legate al dossier rete unica.

Il momento positivo delle materie prime favorisce i petroliferi come Tenaris +2,6%, con Eni a +0,85% e Saipem +1,7%.

Giù Stmicroelectronics (Stm) che perde quasi il 3% sulla scia del comparto.

Fra le numerose raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Ubs hanno alzato il target price su Unicredit da 11,70 a 12,40 euro, confermando il buy; Jp Morgan ha migliorato il target da 10 a 11 euro, confermando il rating neutral; Morgan Stanley ha alzato da 11 a 11,80 euro e resta overweight.

Deutsche Bank ha rivisto il prezzo obiettivo su Banco Bpm da 2,50 a 2,70 euro, confermando il giudizio hold.

Goldman Sachs ha modificato il target su Bper da 2,45 a 2,55 euro, confermando la raccomandazione buy. Sullo stesso titolo Barclays passa da 2 a 2,30 euro e rimane overweight.

Kepler Cheuvreux ha alzato l’obiettivo di prezzo su Generali (+1,1%) da 19,20 a 20 euro, il giudizio è buy.

Jp Morgan ha rivisto il target price su Buzzi Unicem (+2,15%) da 25 a 27 euro confermando
il neutral; Morgan Stanley su Buzzi passa da 22,40 a 22,90 euro con rating underweight.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura