Mer 27 Ottobre 2021 — 19:17

Borsa Milano in rialzo: bene Enel, Leonardo promossa da Morgan Stanley



Piazza Affari avanza all’indomani di una seduta record per Wall Street. Vendite invece sui Btp, si amplia lo spread

Borsa italiana oggi

La Borsa di Milano avanza oggi all’indomani di una seduta record per Wall Street. La Borsa americana è stata spinta ieri dai dati positivi sull’occupazione di marzo oltre che da una frenata dei rendimenti obbligazionari, mentre oggi consolida. Il focus resta inoltre sui potenziali sviluppi legati al Covid, fra numeri dei contagi, misure di lockdown e vaccinazioni. L’Fmi ha rivisto le previsioni sull’andamento del Pil mondiale a +6% nel 2021, ovvero 0,5 punti percentuali in più rispetto a gennaio; in Italia il Pil è attesto crescere quest’anno del 4,2% ovvero 1,2 punti percentuali in più rispetto alle stime di gennaio. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,21% a 24.761 punti, seppure più indietro rispetto al resto d’Europa, mentre Wall Street procede contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 102 punti da 96 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano sale a 0,70%.

Sul forex, l’euro si apprezza a 1,1840 contro il dollaro; il petrolio tenta un rimbalzo con il Brent a 63 dollari e il Wti a 60 dollari al barile dopo vendite in scia al graduale incremento della produzione decisa dall’Opec+.

Borsa Milano oggi: in evidenza Cnh, Leonardo, Enel

Sulla Borsa italiana bene le azioni Enel, positive (+1,4%) in un comparto delle utilities oggi volatile e contrastato: sul fondo Terna cede circa il 3%. Quest’ultima sconterebbe prese di beneficio in concomitanza con la revisione del S&P Global Clean Energy Index, da cui potrebbe rimanere esclusa.

In evidenza Cnh +1,7% che continua a beneficiare delle misure di stimolo messe in campo dall’amministrazione Usa; c’è attesa inoltre sul fronte delle trattative con la cinese Faw per la cessione di Iveco.

Svetta oggi Inwit +2,9%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Morgan Stanley ha promosso Leonardo (+1,65%) da equal weight a overweight con un prezzo obiettivo rivisto leggermente da 8,20 a 8,30 euro.

Gli analisti di Société Générale hanno riavviato la copertura su Banco Bpm (-0,3%) con rating buy e un target price di 2,85 euro.

Gli altri bancari non risentono particolarmente delle pesanti perdite svelate da Credit Suisse per il caso Archegos: Unicredit poco mossa, Intesa Sanpaolo -0,6%.

Mps +0,2% nel giorno dell’assemblea sui conti e dopo il +3,6% della seduta precedente.

Petroliferi contrastati dopo la decisione Opec di accelerare la produzione: negativa Eni -0,9%, con Saipem a -0,8% e Tenaris appena sopra la parità.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura