Sab 06 Marzo 2021 — 12:55

Borsa Milano chiude debole, bene Mediobanca e Unipol



Piazza Affari prosegue il consolidamento dopo il rally dei giorni scorsi. Il mercato si mostra cauto anche a causa delle cosiddette varianti del coronavirus che potrebbero provocare nuove chiusure

borsa italiana oggi

La Borsa italiana si conferma oggi prudente all’indomani di una seduta debole e dopo il rally dei giorni scorsi innescato dall’effetto Draghi. Il mercato si mostra cauto anche a causa delle cosiddette varianti del coronavirus che potrebbero provocare nuove chiusure. Negli Usa l’inflazione Cpi di gennaio è uscita sostanzialmente in linea con le attese a +0,3% su mese e 1,4% annuo (+1,5% le previsioni). Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,15% a 23.264 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 94 punti da 96 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,50%.

Sul forex, l’euro guadagna terreno a 1,2130 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 61 dollari e il Wti a 58 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce Mediobanca e Unipol

Sulla Borsa di Milano il focus resta sulle trimestrali con Mediobanca (+3%) che incassa i giudizi positivi dei broker dopo i conti semestrali.

In deciso calo Mps (-5,8%) che ha accusato una perdita 2020 superiore alle attese.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Barclays hanno alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Banco Bpm (-0,05%) dopo i conti, portandolo da 2,20 a 2,40 euro, confermando il rating overweight.

Credit Suisse alza il target price su Fineco Bank (+2,6%) da 15 a 16 euro con giudizio outperform.

E ancora Unicredit +0,8% alla vigilia dei risultati, Intesa Sanpaolo poco mossa.

Bper chiude a +1,6% e il suo principale socio Unipol a +2,5%.

Nel risparmio gestito Banca Generali -1,5% sconta prese di beneficio nonostante un 2020 chiuso con utili e ricavi in crescita.

Fra le utilities Enel +0,4% rimbalza leggermente all’indomani di una seduta negativa.

Fra i petroliferi Eni a +0,8%, Saipem -0,4%, Tenaris +1,2%.

mediobanca del vecchio 05-03-2021 — 10:29

Del Vecchio smentisce asse con Caltagirone su Mediobanca-Generali

Al momento non sembra che i due soci abbiano un piano comune per intervenire sulla governance del Leone di Trieste. La partita comunque si deciderà entro un anno

continua la lettura