Mer 24 Aprile 2019 — 12:57

Borsa: Milano in buon rialzo, banche al traino di Banco Bpm e Bper



Piazza Affari favorita soprattutto dal buon andamento delle banche in scia ai conti positivi diffusi la scorsa settimana e alla frenata dello spread

Borsa italiana Milano ftse mib news Ftse Mib

La Borsa di Milano scambia oggi in deciso rialzo a metà seduta, favorita soprattutto dal buon andamento delle banche in scia ai conti positivi diffusi la scorsa settimana e alla frenata dello spread.

A Piazza Affari il Ftse Mib segna alle ore 12,29 +1,61% a 19.663 punti, maglia rosa in una giornata positiva anche nel resto d’Europa.

Sul forex, l’euro è debole in area 1,13 contro il dollaro; il petrolio è marginalmente negativo con il Brent appena sotto i 62 dollari e il Wti a 52 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund segna 278 da 287 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano al 2,89% da 2,95% (dati Bloomberg).

Borsa: a Milano bene Banco Bpm e di nuovo Bper

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mette in evidenza Banco Bpm, anche grazie al requisito Srep comunicato dalla Bce migliore delle attese. Il titolo avanza del 7,5%.

Acquisti inoltre su Bper +5,6%, con gli analisti di Kepler Cheuvreux che alzano il target sul titolo dopo l’acquisizione di Unipol Banca.

Da parte sua Unipol recupera un +1,8% dopo le vendite di venerdì, con Unipolsai a +1,3%.

Tornando alle banche, Jp Morgan ha limato il prezzo obiettivo di Unicredit e Intesa Sanpaolo, che guadagnano comunque rispettivamente il 2,6% e il 2%. In evidenza Ubi Banca +4%, la stessa Mps +2,5%.

In luce anche una pattuglia di titoli fra cui Azimut +3,5% e Juventus in progresso di circa il 3%.

Telecom tenta il rimbalzo dopo la volatilità degli ultimi giorni e segna un +1,65%.

Nell’auto Fca guadagna l’1,7%, rialzi oltre 1 punto percentuale anche per le azioni Brembo e Pirelli. Più indietro Ferrari +0,6%.

Giù Astaldi -2,8% con il rischio ormai imminente di finire in amministrazione straordinaria, mentre il potenziale “cavaliere bianco” Salini Impregilo scambia poco sotto la parità.

Eni news 24-04-2019 — 10:53

Eni, primo trimestre previsto in crescita

Il gruppo dovrebbe chiudere i primi tre mesi dell’anno con un utile operativo adjusted di 2,53 miliardi dai 2,38 miliardi del primo trimestre 2018, con il contributo decisivo come sempre dell’esplorazione & produzione

continua la lettura