Lun 18 Febbraio 2019 — 02:00

Borsa: Milano giù con taglio stime Ue, balza lo spread



Lo spread tra Btp e Bund è balzato, e la Borsa di Milano ha bruscamente accelerato al ribasso, dopo che la Commissione Ue ha tagliato le stime sul Pil dell’Italia a +0,2% quest’anno da +1,2% previsto nello scorso autunno

Borsa trading azioni

Lo spread tra Btp e Bund è balzato, e la Borsa di Milano ha bruscamente accelerato al ribasso, dopo che la Commissione Ue ha tagliato le stime sul Pil dell’Italia a +0,2% quest’anno da +1,2% previsto nello scorso autunno.

Il differenziale tra Btp e Bund segna 280 da 269,5 punti base della chiusura di ieri, con il rendimento del decennale italiano al 2,93% da 2,85%.

A Piazza Affari il Ftse Mib segna alle ore 11,40 -1,16% a 19.764 punti, con Fca -4,4% in attesa dei conti e Amplifon -3,8% dopo che Kepler Cheuvreux ha tagliato la raccomandazione sul titolo da buy a hold e il target price da 18 a 17,70 euro, fra i peggiori titoli del listino.

Debole anche Ferrari che cede oltre il 2% dopo il taglio della raccomandazione da parte di Banca Imi.

Fra le banche i risultati migliori delle attese sostengono in parte Unicredit +2,4%, così come Banco Bpm +2,7% dopo i progressi nella qualità del credito a fine 2018, ma il resto del comparto soffre l’ampliamento dello spread, con Intesa Sanpaolo a -1,5%, Ubi -1% fra le altre.

Bper di poco sotto la parità mentre il cda approverà oggi l’acquisizione di Unipol Banca. Riunito anche il cda di Unipol che intanto segna -1,8%.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura