Mar 07 Luglio 2020 — 14:07

Borsa Milano frenata da effetto coronavirus: giù Banco Bpm, Unicredit



A pesare è ancora l’incertezza legata all’emergenza coronavirus, con l’Italia che si conferma Paese osservato speciale

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari termina negativa, invertendo la rotta dopo il rimbalzo della prima mattinata in una seduta nervosa e volatile. A pesare è ancora l’incertezza legata all’emergenza coronavirus, con l’Italia che si conferma Paese osservato speciale. Eppure i mercati finanziari puntano su un intervento coordinato delle banche centrali, dopo le rassicurazioni arrivate nelle ultime ore da Fed e Bank of Japan (più prudente la Bce). Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,50% a 21.655 punti, con il resto d’Europa per lo più in rialzo, mentre Wall Street rimbalza a metà giornata di oltre il 2%.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 176 punti da 171 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,14%.

Sul forex, l’euro guadagna terreno a 1,1150 contro il dollaro; il petrolio rimbalza con il Brent a 51 dollari e il Wti a 46 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: effetto coronavirus, nel mirino Banco Bpm

Tornando alla Borsa italiana, le utilities vanno a caccia del rimbalzo con Terna +1,4%, bene anche Enel +0,8%.

Trova lo spunto Nexi +1,9% sempre spinta da aspettative di consolidamento nel settore dei pagamenti.

Le vendite si accaniscono su Banco Bpm -6,3% alla vigilia della presentazione del nuovo piano industriale, di cui sono in corso le ultime limature.

Le banche pagano però soprattutto l’esposizione all’economia italiana colpita dal coronavirus: Unicredit -4,4%, fra le altre , Mps -5%, Intesa Sanpaolo -2,8% fa meglio di Ubi -5,4% mentre i rispettivi istituti schierano gli advisor dopo l’offerta di Intesa.

Fra le raccomandazioni dei broker, gli analisti di Berenberg hanno promosso Telecom Italia (-2,7%) da sell a hold con prezzo obiettivo di 0,42 euro, mentre New Street Research ha alzato la raccomandazione da neutral a buy con target price a 0,70 euro.

Diverse banche d’affari hanno modificato i target price su Eni dopo i conti e il piano, confermando i rispettivi rating, con il titolo che limita i danni a -0,3%; più indietro fra i petroliferi Tenaris -0,7%, ancora nel mirino le azioni Saipem -3,1%.

Nell’auto Fca -3,7%, mentre Ferrari contiene le perdite a -0,3%.

eni rettifiche 07-07-2020 — 11:59

Eni, la Borsa snobba le maxi rettifiche Covid

Al momento il gruppo guidato da Claudio Descalzi per effetto del nuovo scenario prezzi stima rettifiche per circa 3,5 miliardi post-tasse

continua la lettura