Mer 02 Dicembre 2020 — 17:47

Borsa Milano frena, in controtendenza Diasorin e utilities



Piazza Affari tira il fiato dopo il rally delle ultime settimane, la Bce conferma il suo sostegno

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – La Borsa italiana tira il fiato dopo il forte recupero delle ultime settimane, un rally spinto soprattutto dall’attesa per la distribuzione del vaccino anti-Covid, ma anche per stimoli prolungati da parte delle banche centrali. Proprio oggi la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha confermato che il board di Francoforte intende rimettere mano al suo piano di acquisti pandemici al meeting in calendario a dicembre. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,40% a 21.536 punti, in linea ma un po’ meglio del resto d’Europa, mentre Wall Street scambia contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 121 punti base, sui livelli della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,64%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,1840 contro il dollaro; il petrolio è debole con il Brent a 44 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Borsa Milano oggi consolida, bene Inwit, Diasorin e utilities

Sulla Borsa di Milano si rivedono le azioni Diasorin , recentemente penalizzate dai progressi sul vaccino anti-coronavirus, che terminano a +1,6%.

In luce le utilites con Snam +1,8% dopo aver rilevato il 33% di Industrie De Nora per circa 400 milioni da Blackstone, mossa che consente il rafforzamento nel promettente business dell’idrogeno verde.

Inoltre Terna chiude poco sopra la parità e ben al di sotto dei massi di seduta, mentre il nuovo piano industriale prevede dividendi in crescita dell’8% annuo; positiva anche Enel +0,5%.

Acuto di Inwit che mette a segno un +3,7% e termina in cima al listino principale.

Fca +2,1% dopo l’annuncio sull’assemblea convocata il prossimo 4 gennaio per approvare la fusione con Psa.

Banche per lo più deboli, con Mps in controtendenza (+0,5%) sui nuovi rumors di contatti per una fusione con Unicredit, che segna -1,2%.

E ancora Intesa Sanpaolo -1%, volatile Bper che recupera tuttavia un +0,6%.

I petroliferi vedono Eni a -1,4%, Saipem -0,4%, Tenaris -1,5%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Goldman Sachs in un report sul settore aerospaziale europeo hanno ridotto il target price su Leonardo (-1,9%) da 8,80 a 6,80 euro, confermando però il rating buy.

Jefferies ha alzato il prezzo obiettivo su Moncler (-0,4%) da 37,50 a 39,50 euro confermando il giudizio hold.

Stifel ha tagliato Amplifon (-3,7%) da buy a hold con un target di 38 euro.

Citigroup ha alzato il prezzo obiettivo su Generali (-1,1%) da 15,20 a 15,80 euro all’indomani del piano aggiornato, confermando il buy, così come Kepler Cheuvreux che alza il target da 17 a 17,30 euro.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura