Lun 08 Agosto 2022 — 02:57

Borsa Milano: focus trimestrali, bene Moncler e Prysmian, negli Usa è recessione



Il Pil americano del secondo trimestre (stima advance) è uscito a -0,9% dopo -1,6% del trimestre precedente e contro attese per un +0,5%, numeri che certificano l’entrata in una recessione “tecnica” (due trimestri negativi di fila) da parte degli Stati Uniti

Borsa milano

La Borsa di Milano oggi mette a segno un nuovo rialzo in una seduta dominata dalle trimestrali e da alcune indicazioni macro. In particolare, il Pil Usa del secondo trimestre (stima advance) è uscito a -0,9% dopo -1,6% del trimestre precedente e contro attese per un +0,5%, numeri che certificano l’entrata in una recessione “tecnica” (due trimestri negativi di fila) da parte degli Stati Uniti. Proprio ieri sera la Fed ha alzato nuovamente i tassi di tre quarti di punto, ma il presidente Powell ha chiarito che la stretta potrebbe ora rallentare e seguire proprio le informazioni provenienti dai dati. Sul fronte europeo intanto l’inflazione tedesca di luglio è uscita a 7,5% in leggera frenata da 7,6% di giugno. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +2,10% a 21.932 punti, anche oggi migliore d’Europa, mentre Wall Street dopo una partenza in rosso accelera sopra la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 234 da 237 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 3,16%.

Sul forex, l’euro volatile segna 1,0150 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 106 dollari al barile e il Wti a 97 dollari.

Borsa Milano trascinata dalle trimestrali

Sulla Borsa italiana l’andamento è segnato innanzitutto dalle numerosissime trimestrali di oggi, con gli acquisti che prendono di mira in particolare Moncler a +8%, Prysmian e Iveco +6%.

In luce anche Stellantis (+4,9% )dopo la semestrale che ha battuto le attese del consensus.

Fra le altre big che si apprestano a svelare i risultati, attesi in serata i conti di Enel +1,3%, Eni -0,9%, Leonardo +0,7%.

Domani toccherà a Intesa Sanpaolo (+1,7%) e Mediobanca (+1,9%).

Intanto fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Credit Suisse hanno alzato il prezzo obiettivo su Unicredit all’indomani dei brillanti risultati trimestrali da 13,40 a 14,80 euro, confermando il rating outperform; Barclays alza il target da 11,50 a 11,90 euro e conferma il giudizio equal weight; il titolo consolida (-1%) all’indomani di un +8%.

Oddo Bhf ha riavviato la copertura su Saipem (-2%) con neutral e target price di 1 euro.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura