Mar 23 Aprile 2019 — 14:51

Borsa: Milano debole, Telecom prosegue il rimbalzo



Piazza Affari in marginale calo a metà seduta, ma ancora migliore d’Europa

News di Borsa italiana Milano ftse Mib

La Borsa di Milano scambia debole a fine mattinata, in linea con il resto d’Europa e all’indomani di una seduta brillante (+1,6%).

A Piazza Affari il Ftse Mib segna alle ore 12,21 -0,13% a 19.451 punti, comunque anche oggi maglia rosa fra i principali listini europei.

Sul forex, l’euro è debole sotto quota 1,14 contro il dollaro; il petrolio cede terreno con il Brent a 60 dollari e il Wti a 51 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund segna 251 da 253 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano al 2,73% da 2,75% (dati Bloomberg).

Tornando agli indici di Borsa, in cima al Ftse Mib si rivede Telecom +1,7%, nel giorno del cda e con i piccoli azionisti che fanno appello alla Cdp per una rappacificazione nel board di Tim. Ieri il titolo era già salito di oltre il 2% dopo la debolezza degli ultimi mesi.

Bene anche Campari in rialzo di oltre 1 punto percentuale, mentre prosegue tra i petroliferi il recupero di Saipem +0,8%.

Fra gli assicurativi in luce Unipol +0,6% e Unipolsai +1,4%, con Generali a -0,3% dopo il taglio a sell da parte di Citigroup.

Le banche sono miste e non risentono particolarmente del profit warning sul quarto trimestre di Société Générale (-4% a Parigi), che riguarda più che altro i ricavi da trading.

A Piazza Affari Bper +0,5% e Banco Bpm +0,2% sopra la parità, deboli invece dopo il rally di ieri Unicredit, Fineco, Ubi e Intesa Sanpaolo, mentre quest’ultima ha avviato l’iter per il rinnovo del cda.

Prova a ripartire Mps +0,6% mentre si parla ora di un ruolo della Sga nel dossier Npl della banca finita di nuovo nel mirino della Bce.

In fondo al listino Stm cede circa il 3% dopo la guidance deludente della rivale asiatica Taiwan Semiconductor.

Prese di beneficio sulla Juventus -1,9% dopo il rally delle recenti sedute.

Arca bper sondrio 23-04-2019 — 09:06

Arca Sgr: Bper e Popolare Sondrio non escludono Ipo o aggregazione

Il dossier sarà affidato nei prossimi giorni a un advisor il cui compito sarà quello di tracciare le possibili opzioni

continua la lettura