Mar 23 Aprile 2019 — 14:49

Borsa: Milano chiude in rosso. Giù Cnh, Unicredit, Stm



Piazza Affari debole assieme al resto d’Europa e sulla scia di Wall Street. Spread poco mosso

borsa italiana milano ftse mib

La Borsa di Milano chiude oggi negativa, assieme al resto d’Europa, in avvio di una settimana che vedrà alcuni appuntamenti chiave fra cui la riunione della Fed e un nuovo round di colloqui Usa-Cina sul commercio. Cede terreno a metà seduta anche Wall Street.

A Piazza Affari il Ftse Mib segna in chiusura -1,02% a 19.608 punti, in coda seppure di poco fra i principali listini del Vecchio Continente. Il presidente della Bce Mario Draghi, intervenendo oggi al Parlamento europeo, ha detto che il Pil dell’Italia cresce “significativamente meno delle attese”.

Sul forex, l’euro è in recupero sopra quota 1,14 contro il dollaro; il petrolio cede terreno con il Brent a 60 dollari e il Wti a 51 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund segna 246 da 247 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano al 2,66% da 2,64% (dati Bloomberg).

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib continua a mettersi in luce Azimut +1,1% ancora in scia alla nuova politica delle commissioni che prevede un aumento di quelle fisse pari a 50 punti base.

La maglia rosa va però a Juventus +1,7%, bene Buzzi Unicem +1,5% su cui Equita ha alzato la raccomandazione a buy.

Pesano invece i realizzi su Cnh -3,7%, che risente dei conti e dell’outlook di Caterpillar mentre Stm cede il 2,2% in scia al taglio della guidance da parte di Nvidia (che crolla a Wall Street).

Vendite su Ferrari -2,3%, mentre Fca termina a -1,1%.

Debole Telecom -0,2% con la conferma del giudizio buy da parte di Jefferies che tuttavia taglia il target price.

Fra i petroliferi in evidenza Saipem +0,4% mentre Eni -0,96% non approfitta del nuovo accordo negli Emirati, giù Tenaris -2,6%.

Banche contrastate con Unicredit -2,5%, deboli anche banco Bpm e Bper in calo di oltre 1 punto percentuale, Intesa Sanpaolo -0,9%, mentre le azioni Mps avanzano di oltre l’1%.

Intanto è partito il conto alla rovescia per le offerte su Astaldi, con il titolo del gruppo delle costruzioni a +1,4% e Salini Impregilo brillante a +5,2%.

Arca bper sondrio 23-04-2019 — 09:06

Arca Sgr: Bper e Popolare Sondrio non escludono Ipo o aggregazione

Il dossier sarà affidato nei prossimi giorni a un advisor il cui compito sarà quello di tracciare le possibili opzioni

continua la lettura