Ven 24 Maggio 2019 — 10:07

Borsa: Milano chiude in rimonta. Rally per Juventus, bene Prysmian e Mps



Piazza Affari archivia la prima seduta del 2019 positiva, azzerando le perdite nel finale per chiudere appena sopra la parità

Borsa news milano ftse mib

La Borsa di Milano archivia la prima seduta del 2019 positiva, azzerando le perdite nel finale per chiudere appena sopra la parità.

Il Ftse Mib segna così in chiusura +0,04% a 18.330 punti, in linea con il resto d’Europa (stecca solo Parigi) mentre tenta un recupero anche Wall Street.

Restano tuttavia i timori di una frenata globale dell’economia, tornati oggi a fare capolino dopo i dati relativi al manifatturiero cinese che hanno evidenziato a dicembre una contrazione a sorpresa dell’attività.

Sul forex, l’euro cede terreno in area 1,1350 contro il dollaro; il petrolio rimbalza con il Brent a 55 dollari e il Wti a circa 47 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund segna 253 da 250 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano al 2,69% dal 2,74% (dati Bloomberg) e forti acquisti sul titolo tedesco come bene rifugio.

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mettono in luce oggi le azioni Juventus +10,2% su attese di un nuovo colpo di mercato con il possibile futuro acquisto del fuoriclasse francese Mbappè.

Più indietro ma comunque in buon recupero Prysmian +3,4%, seguita da una pattuglia di utilities guidata da Snam +3,2% e A2a +2%.

Occhi puntati sulle banche, che risentono dei timori relativi all’economia globale in linea con il comparto europeo (in calo di circa mezzo percentuale l’Eurostoxx di settore), mentre la Bce ha deciso il commissariamento di Carige, oggi sospesa dalle contrattazioni.

Fra i possibili partner per un’aggregazione con la stessa Carige figura Unicredit, che segna nel finale -1,2%. Male anche Intesa Sanpaolo -1,7% e Ubi -1,6%. Le vendite prendono però di mira soprattutto Bper -2%, mentre chiude in controtendenza Banco Bpm +1%.

In spolvero Mps +2,3% dopo maxi cessioni di Npl per 3,5 miliardi.

Sempre tra i finanziari, doBank brinda all’acquisizione in Spagna di Altamira con un rialzo di oltre l’8%.

Da segnalare il recupero dei petroliferi con Tenaris +0,8%%, Saipem +0,5%, Eni +0,2%.

Nell’auto debole Fca -0,9% con Ferrari a -0,3% nel giorno dell’avvio del piano di buyback annunciato da Maranello.

carige news 23-05-2019 — 12:50

Carige in liquidazione come le banche venete? Gli azionisti tremano

Lo Stato interverrebbe comunque, ma gli azionisti sarebbero azzerati. La Bce continua a puntare sulla soluzione privata

continua la lettura