Lun 20 Maggio 2019 — 03:34

Borsa: Milano chiude ancora in rialzo. Bene Stm e Azimut



Piazza Affari termina nuovamente positiva, proseguendo così il rimbalzo dopo le vendite di dicembre. Stabile lo spread

Borsa Milano news

La Borsa di Milano chiude oggi nuovamente positiva, proseguendo così il rimbalzo generale dei giorni scorsi sulle attese di una svolta nel dialogo Usa-Cina sui dazi e di un atteggiamento più morbido nei prossimi mesi da parte della Fed.

Il Ftse Mib segna in chiusura +0,65% a 18.953 punti, con il resto d’Europa che invece termina sotto la parità mentre Wall Street a metà seduta si mantiene in rialzo.

Sul forex, l’euro avanza in area 1,1460 contro il dollaro; il petrolio è positivo con il Brent a 58 dollari e il Wti a 49 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund segna 267 da 269 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano stabile al 2,89% (dati Bloomberg).

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib la maglia rosa spetta a Stm +3,9% e con gli analisti di SocGen che confermano il buy nonostante i guai di Apple.

In buon recupero Azimut +3,8%, mentre proseguono gli acquisti sulle “matricole” del listino principale Amplifon +3% e Juventus +2,9%, quest’ultima con rumors di possibili maxi plusvalenze nel calciomercato.

Nel lusso Moncler sale del 2,7%, corre Brunello Cucinelli +3,8% in attesa dei risultati preliminari sulle vendite 2018 in pubblicazione a mercato chiuso.

I realizzi prendono invece di mira Recordati -1,2%, Pirelli -0,95% dopo il taglio di raccomandazione e target price da parte degli analisti di Jp Morgan.

Sempre nell’auto positiva Fca +0,75%, con Ferrari +2,15% su anticipazioni di un cambio della guardia nel ruolo di Team principal della scuderia di F1, con Mattia Binotto al posto di Maurizio Arrivabene.

Bene intonate le banche, favorito anche da una possibile accelerazione nel dossier Carige. Si mettono in luce Unicredit +2,65%, Ubi +1,9% e Intesa Sanpaolo +1,7% di nuovo sopra i 2 euro, più indietro le altre fra cui Mps +0,7%.

Misti i petroliferi con Saipem +2,4%, Eni -0,88%, Tenaris +1,6%.

Da registrare fuori dal ftse Mib un balzo di D’Amico che si rafforza vendendo una nave della sua flotta e termina con un progresso di circa il 16%.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura