Mer 08 Dicembre 2021 — 13:59

Borsa Milano centra un rimbalzo con Stellantis, debole Diasorin



L’azionario non è ancora pronto a correggere, si attenuano i timori legati a Fed e contagi Uk

borsa italiana oggi

La Borsa italiana centra oggi un rimbalzo dopo i realizzi della scorsa settimana (-2%) legati agli avvertimenti della Fed. Il mercato azionario non sembra ancora pronto per una correzione, anche se la banca centrale americana sta preparando il terreno per una futura stretta. In proposito il “falco” Bullard ha parlato venerdì scorso di un possibile rialzo dei tassi nel 2022 e di un dibattito “aperto” sulla riduzione degli acquisti (tapering), anche se per questo serviranno “diversi meeting”. Sembrano inoltre attenuarsi i timori per il recente balzo dei contagi Covid nel Regno Unito, come dimostrano ad esempio le prese di beneficio su Diasorin a Piazza Affari. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,71% a 25.397 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento brillante di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 104 da 108 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 0,87%.

Sul forex, l’euro rimbalza sopra 1,19 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 74 dollari e il Wti a 73 dollari al barile.

Borsa Milano oggi rimbalza con Stellantis e Prysmian

Sulla Borsa italiana a guidare il rimbalzo sono oggi le azioni Stellantis in rialzo di oltre il 3%.

Nel settore bene anche Pirelli +1,6%, positiva inoltre Ferrari +0,9%.

In spolvero Prysmian +2,8% dopo una nuova commessa da 900 milioni di dollari negli Usa.

Fra le banche rimbalzo per Unicredit +1,9% dopo alcuni accordi siglati sui crediti deteriorati.

Intesa Sanpaolo +1% ha invece annunciato una partnership nei servizi alle Pmi con Tinexta, che fuori dall’indice principale segna +5,4%.

In fondo al listino principale Snam -3,7% fra i titoli che staccano oggi i dividendi.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Goldman Sachs ha rivisto il target price su Terna (-3,1% con lo stacco della cedola) da 5,50 a 5,90 euro, confermando il rating underweight.

SocGen ha alzato il prezzo obiettivo su Banco Bpm (+1,4%) da 2,90 a 3,30 euro confermando il buy.

Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato il target su Atlantia (+1,4%) da 17,50 a 20 euro, confermando la raccomandazione buy.

Tornando alle utilities bene Enel +0,8%.

Fra i petroliferi Eni ha effettuato una nuova scoperta in Norvegia, attraverso Var Energi, e termina a +1%.

Debole Diasorin in calo di un -0,3%.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura