Mar 07 Febbraio 2023 — 03:24

Borsa Milano consolida, in luce Banca Generali



Lo spread rallenta ma resta osservato speciale alla luce delle contromisure adottate dalla Bce che non convincono del tutto gli analisti

Borsa italiana oggi

Piazza Affari chiude oggi poco mossa, e in frenata dai massimi di giornata, dopo le turbolenze legate all’incertezza politica e alle mosse della Bce. Lo spread rallenta ma resta osservato speciale alla luce delle contromisure adottate dalla Bce che non convincono del tutto gli analisti: il cosiddetto scudo anti-spread infatti sarà attivato solo a discrezione del Consiglio direttivo e sulla base di alcune condizioni di carattere fiscale e macro economico. Fra i dati di giornata, i Pmi flash europei di luglio sono usciti stamattina peggiori delle attese, con l’indice manifatturiero e quello composito sotto 50 punti e dunque in territorio di contrazione. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,07% a 21.211 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede sotto la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 229 da 230 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 3,31%.

Sul forex, l’euro consolida intorno a 1,02 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 105 dollari al barile e il Wti a 97 dollari.

Borsa Milano oggi: bene Banca Generali

Sulla Borsa italiana le ricoperture prendono di mira alcuni titoli del risparmio gestito come Banca Generali +2,2%, la stessa rivale Mediolanum +1,7%, ma anche Poste +1,3%.

Inoltre c’è ancora spazio per alcuni titoli difensivi quali Inwit e Amplifon con rialzi nell’ordine del 2%.

Fra le utilities bene Terna che accelera (+2,45%) e termina in cima al listino principale, la stessa Italgas (+1,7%) che approverà lunedì prossimo i conti della semestrale; frena invece Enel -0,5% in un comparto contrastato.

Le banche ancora non festeggiano la svolta rialzista della Banca centrale europea, anche per i dubbi legati allo scudo anti-spread: comunque Intesa Sanpaolo termina poco mossa, non così Mps che cede un altro
punto percentuale all’indomani di un tonfo (-5%) su nuovi minimi storici; pesante Unicredit -2,4%.

In rosso anche Telecom (-2%) che fallisce il rimbalzo dopo il downgrade di Moody’s che è una nuova tegola per il gruppo guidato da Pietro Labriola.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura