Dom 17 Gennaio 2021 — 05:00

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Azimut e Moncler



I mercati finanziari guardano ai prossimi sviluppi della politica Usa e del coronavirus, mentre la crisi di governo italiana continua a impattare moderatamente lo spread, che poi si restringe nel finale

borsa milano

La Borsa di Milano oggi termina positiva una seduta all’insegna della cautela, in linea con gli altri listini internazionali. I mercati finanziari guardano ai prossimi sviluppi della politica Usa e del coronavirus, mentre la crisi di governo italiana continua a impattare moderatamente lo spread. Sulla Borsa italiana oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,43% a 22.743 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso, mentre anche Wall Street procede contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni si ritira nel finale a 112 punti base, sui livelli della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,59%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,2160 contro il dollaro; il petrolio è debole con il Brent a 56 dollari e il Wti a 52 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce Azimut, giù Leonardo

Sulla Borsa di Milano si mette in luce anche oggi il risparmio gestito con Azimut +3,9% all’indomani delle previsioni di risultati record nell’esercizio 2020. Fra i broker, Kepler alza il target da 17 a 20 euro, pur confermando la raccomandazione hold.

Nel lusso si rivedono inoltre le azioni Moncler che mette a segno un rialzo di oltre il 2%.

Giù invece Leonardo (-1,9%), peraltro parte lesa in un’inchiesta per corruzione della procura di Milano che vede coinvolti una decina di dipendenti dell’ex Finmeccanica.

Fca (-0,4%) ha annunciato che il dividendo straordinario precedentemente dichiarato è diventato incondizionato.

Fra le banche Unicredit -0,8% nel giorno di un cda chiamato a fare il punto sulla scelta del nuovo ceo.

Realizzi su Mps -0,7% mentre emergono dettagli più precisi del piano strategico e si registra nuova freddezza da parte di Unicredit all’idea di un’aggregazione.

Intesa Sanpaolo -0,4%, Bper -1,2%, fra le altre.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, Ubs ha retrocesso Stmicroelectronics (Stm) da buy a neutral, pur alzando il prezzo obiettivo da 31,50 a 35 euro; il titolo è poco mosso.

Credit Suisse ha migliorato il target sulle azioni Eni (+0,1%) da 9,20 a 10 euro, confermando il rating underperform.

Kepler Cheuvreux ha limato Campari (+1,1%) da 10,70 a 10,20 euro, confermando però il buy.

Gli analisti di Barclays in un report sulle utilities europee hanno alzato il target price su Enel (+1,4%) da 9,40 a 10,10 euro, confermando il giudizio overweight, e su Snam (+0,9%) da 5 a 5,30 euro confermando l’overweight.

Stesso focus per Deutsche Bank che alza la stessa Enel da 8,70 a 9,50 euro (buy); Snam da 5 a 5,10 euro (buy); Terna (+0,9%) da 6,30 a 6,50 euro (hold).

Borsa milano 15-01-2021 — 03:18

Borsa Milano in rosso con Prysmian e Saipem, settimana negativa

Scarso entusiasmo sui mercati internazionali per le misure di stimolo annunciate ieri sera dal presidente eletto Usa Biden. Piazza Affari manda in archivio una settimana di realizzi dopo il buon inizio d’anno

continua la lettura