Ven 27 Maggio 2022 — 14:00

Borsa Milano chiude euforica, acquisti su bancari e risparmio gestito



Sul fronte macro, l’inflazione Usa di aprile è uscita leggermente sopra attese, mentre anche la Bce prepara la stretta. Ma i listini europei proseguono il rimbalzo

borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi decisamente positiva in una nuova seduta di ricoperture per i listini del Vecchio Continente. Sul fronte macro, l’inflazione Usa di aprile è uscita a 8,3% leggermente sopra attese per un balzo comunque del +8,1%, e in frenata da +8,5% di marzo. Livelli che in ogni caso non mettono al riparo dalla stretta della Fed. Non solo, anche la Bce si prepara all’azione. In un discorso la presidente Christine Lagarde ha avvertito che Francoforte potrebbe alzare i tassi a luglio. La Bce “cesserà” i suoi acquisti di attività nette “all’inizio del terzo trimestre”, cioè luglio, poi un primo rialzo dei tassi avverrà “qualche tempo dopo”, ha dichiarato la banchiera centrale, specificando che “questo potrebbe significare un periodo di poche settimane”. La Bce ha in programma una riunione il 9 giugno ad Amsterdam e successivamente il 21 luglio a Francoforte prima della pausa estiva. “Dopo il primo rialzo dei tassi, il processo di normalizzazione sarà graduale”, ha aggiunto Lagarde, che suggerisce ulteriori aumenti dei tassi dopo il primo avvio estivo. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +2,84% a 23.724 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 191 da 200 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 2,89%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,0530 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 107 dollari e il Wti a 105 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: corre Unicredit

Sulla Borsa italiana prosegue il rimbalzo di Unicredit, galvanizzata anche dall’avvio del buyback annunciato dall’istituto; il titolo segna +10,8%.

Bene inoltre Bper (+3,6%) che definisce i piani post-fusione con Carige (poco mossa); in recupero anche Intesa Sp +4,2%.

Mediobanca poco mossa dopo i conti dei 9 mesi 2021/2022 e i rumors su un disimpegno da Generali (a sua volta poco sopra la parità).

L’alternativa sarebbe un “colpo” nel risparmio gestito: salgono così Banca Generali +6,3%, Banca Mediolanum +4,5%, Azimut a +3,4%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Citigroup ha alzato il target price su Pirelli (+2,2%) dopo i conti da 6,20 a 6,40 euro, confermando il buy; stesso rating da Bofa, che lima il prezzo obiettivo da 6,70 a 6,50 euro.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura