Ven 27 Maggio 2022 — 14:44

Borsa Milano ancora giù, avanza lo spread



Piazza Affari resta nel mirino delle vendite, sui timori di una frenata per l’economia globale a rischio stagflazione

borsa milano oggi

Piazza Affari resta nel mirino delle vendite, sui timori di una frenata per l’economia globale a rischio stagflazione. Avanza lo spread. I mercati faticano ancora a digerire la stretta messa in campo dalla Fed e programmata dalle altre banche centrali, in precario equilibrio fra la necessità di contrastare l’inflazione e quella di salvaguardare la ripresa economica. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -2,74% a 22.832 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 206 da 201 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si amplia a 3,15%.

Sul forex, l’euro dopo iniziali ribassi consolida a 1,0560 contro il dollaro; il petrolio arretra con il Brent a 107 dollari e il Wti a 105 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: Telecom non si rialza

Sulla Borsa italiana da segnalare il continuo flusso di vendite su Telecom Italia (Tim), nonostante le recenti rassicurazioni del ceo Labriola, con il titolo oggi in flessione di oltre il 2%.

In fondo al listino principale Amplifon -5,2% e Diasorin a -5,4% dopo che Jefferies ha rivisto il target price sul titolo da 125 a 116 euro, confermando la raccomandazione hold.

Fanalino di coda Saipem -6 8%.

Bene Leonardo +1,4% ancora in scia ai risultati e su cui Intesa Sanpaolo alza il target da 10,70 a 11,10 euro (rating add) mentre già venerdì Banca Akros aveva alzato il target price da 12 a 15 euro, confermando la raccomandazione buy.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Credit Suisse hanno ritoccato il prezzo obiettivo su Unicredit (-2,5% in progressivo ribasso dopo un avvio positivo) da 13,80 a 14 euro, confermando l’outperform; sullo stesso titolo Berenberg ha alzato il target da 12,50 a 13,50 euro confermando il buy; giudizio buy anche da Deutsche Bank, con tp tagliato da 15,50 a 14,60 euro.

Credit Suisse inoltre ha tagliato il target price su Intesa Sanpaolo (-2,6%) da 2,30 a 2 euro, confermando il giudizio neutral, dopo i conti accolti negativamente dal mercato.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura