Gio 19 Settembre 2019 — 07:08

Borsa italiana: scivola in chiusura con cedole, Stm e Tim



Piazza Affari termina in calo scontando lo stacco dei dividendi. Giù anche l’Europa e Wall Street

borsa italiana ftse mib dazi

La Borsa italiana termina oggi la seduta in rosso per effetto dello stacco del dividendo da parte di 69 azioni fra cui 21 del Ftse Mib, che alla chiusura segna -2,68% a 20.539 punti. La giornata è comunque negativa anche nel resto d’Europa e a Wall Street. Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni scambia di poco sotto i 270 punti.

Sul forex, l’euro è marginalmente positivo in area 1,1180 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 72 dollari e il Wti a 63 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: il Ftse Mib sotto una pioggia di dividendi, scivola Stm

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib pesante Stm -9,15%, sulla scia del comparto dopo il bando Usa a Huawei, che è fra i primi 10 clienti del gruppo dei semiconduttori.

La giornata risente comunque dello stacco della cedola da parte di 21 società fra cui Intesa Sanpaolo, che paga la sua “generosità” trattando ex dividendo a -8,9%.

Sempre fra le banche, Hsbc in un report ha limato il prezzo obiettivo di Banco Bpm da 2,10 a 2 euro con raccomandazione hold: il titolo segna -1,1% finale; il broker ha inoltre aumentato il target price di Ubi Banca (-4,4% nel giorno del dividendo) da 2,40 a 2,66 euro con rating hold, stesso giudizio confermato su Mediobanca (-0,25%) con target alzato da 9,42 a 9,53 euro.

Fra gli altri istituti di credito: Unicredit -2,1%, Mps -2,2%.

In cima al listino principale invece svetta Enel +1,1%, bene Azimut in rialzo di circa 1 punto percentuale.

Occhi puntati su Telecom -1,2% in attesa dei conti del primo trimestre previsti in ribasso.

Amplifon +0,4% dopo l’upgrade di MainFirst che ha alzato la raccomandazione da neutral a outperform con un target di 24 euro per azione.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura