Mar 22 Ottobre 2019 — 14:43

Borsa italiana oggi: Salini Impregilo, Tim, Enel, Mediaset, Fca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi Milano ftse mib news Ftse Mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta debole che ha visto Piazza Affari chiudere in controtendenza (+0,7% il Ftse Mib). La Borsa italiana, già tonica, ha approfittato delle indicazioni del presidente della Fed Powell che preludono a un prossimo taglio dei tassi da parte della banca centrale Usa.

Sull’obbligazionario, il Tesoro offre in asta Btp a 3 e 7 anni fino a 5,5 miliardi.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso positivo +0,51% a 21.643 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro recupera in area 1,1270 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 67 dollari e il Wti a 60 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,29% a 26.860 punti, S&P 500 +0,45% a 2.993 punti (dopo avere superato per la prima volta quota 3.000)  Nasdaq +0,75% a quota 8.202 (record).

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Salini Impregilo, che a meno di una settimana dall’annuncio atteso su salvataggio di Astaldi e Progetto Italia con Cdp, si è vista tagliare il rating da Fitch a BB da BB+ con oulook negativo. Secondo l’agenzia il downgrade riflette un profilo finanziario che si sta indebolendo a causa della combinazione di un aumento della leva finanziaria, di una più debole redditività e dell’aspettativa di un aumento del capitale circolante. Sull’outlook negativo pesano “le incertezze e i rischi di esecuzione” legati all’acquisizione di Astaldi.

Moody’s ha invece confermato il rating Ba1 di Telecom, rivedendo l’outlook da stabile a negativo. La revisione riflette l’aspettativa “che Tim continuerà ad operare in un contesto molto competitive e a lungo con una leva finanziaria alta, malgrado la forte determinazione del management a ridurre il debito”.

Fra i giudizi dei broker, gli analisti del Credit Suisse hanno alzato il target price di Enel da 6,50 a 7 euro, confermando la raccomandazione outperform.

Mediaset è alle prese con un attacco del socio Vivendi, che in vista dell’assemblea per la creazione della holding in Olanda (Media for Europe) accusa Fininvest di “puntare al controllo a sconto”. Un riferimento sia al voto multiplo previsto dal diritto olandese sia al prezzo di recesso di 2,77 euro per azione “ben al di sotto del valore intrinseco della società”. Il gruppo francese evidenzia quindi che “l’importo totale massimo di 180 milioni di euro” sul diritto di recesso “non sarebbe sufficiente per acquistare le azioni di tutti gli azionisti di minoranza”.

Fca manda in archivio la fusione sfumata con Renault: “Le fusioni sono complicate da fare e gestire. Per procedere devono esserci le condizioni giuste ed è importante sapere dire di no quando non ci sono. Come fu un atto di coraggio la fusione con Chrysler, così è stato un atto di coraggio provare con Renault”, ha detto il presidente di Fca, John Elkann, in un’intervista al quotidiano La Stampa.

Fra le banche, Unicredit guarda alla Cina siglando un memorandum d’intesa con la Export-Import Bank of China (Cexim), con l’obiettivo di creare e sviluppare relazioni di lungo termine per promuovere la collaborazione tra imprese cinesi, italiane e dell’Europa centro-orientale (Cee).

Fra le trimestrali, Unieuro archivia il primo trimestre 2019-20 con un risultato netto negativo per 9,7 milioni di euro da -8 mln di un anno fa, che refficato segna però un miglioramento a -3,9 milioni da -4,9 milioni. I ricavi del periodo sono aumentati del 18,3% a 495,3 milioni beneficiando delle nuove aperture, mentre a parità di perimetro l’incremento è stato del 3,6%.

In arrivo anche le prime semestrali. Attesi a mercato chiuso i conti preliminari di Brunello Cucinelli al 30 giugno.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura