Mar 22 Ottobre 2019 — 14:38

Borsa italiana oggi: Unicredit, DoValue, Mps, Fca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

borsa italiana oggi milano ftse mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, alla ripartenza dopo una settimana di consolidamento per Piazza Affari (-0,5%) conclusasi tuttavia venerdì con una seduta positiva (+0,3%). La Borsa italiana da inizio anno si conferma tra i listini top internazionali, con un +20,16%, grazie anche a un allungo del +6,5% nell’ultimo mese.

Restano comunque le incertezze legate soprattutto agli sviluppi della guerra commerciale Usa-Cina, che anche oggi potrebbero tornare a fare capolino, con le voci di possibili disinvestimenti finanziari americani in Cina che hanno pesato venerdì sulla chiusura di Wall Street.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso negativo -0,56% a 21.755 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si conferma sotto 1,10 contro il dollaro; il petrolio è debole con il Brent a 61 dollari e il Wti a 55 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera negativa: Dow Jones -0,26% a 26.820 punti, S&P 500 -0,53% a 2.961 punti, Nasdaq -1,13% a quota 7.939.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Unicredit dopo i rumors su una possibile maxi cessione di Npl per 5 miliardi. Secondo il Sole 24 Ore sarebbero state avviate trattative con DoValue (ex DoBank), che agirebbe in qualità di servicer su un portafoglio di mutui ipotecari. L’operazione, che prevede una cartolarizzazione con Gacs, imprimerebbe un’ulteriore accelerazione alla pulizia di bilancio della banca guidata dall’ad Jean Pierre Mustier, che nel frattempo lavora con la sua squadra per mettere a punto gli ultimi dettagli del nuovo piano industriale.

Mps, secondo quanto riportato invece dal quotidiano La Stampa, starebbe studiando uno schema per mettere al riparo gli eventuali acquirenti dalle cause legali per oltre 5 miliardi che pendono sulla banca, ma non sarebbe ancora stata trovata la soluzione, per il rischio di scaricare i costi sulla collettività. L’iniziativa dovrebbe trovare spazio nella bozza con cui il Tesoro è tenuto a spiegare entro l’anno alla Dg Comp europea come intende uscire dal capitale di Mps.

Da segnalare che Fca ha siglato una transazione con la Sec per la vicenda dei numeri delle vendite Usa contestati dalle autorità americane. Fiat Chrysler pagherà 40 milioni di dollari, una cifra che secondo il gruppo “non avrà un impatto materiale sui conti”. Gli analisti di Ubs limano il target da 12 a 11 euro confermando la raccomandazione neutral.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura