Dom 19 Settembre 2021 — 07:48

Borsa italiana oggi: Unicredit, Mps, Enel, Leonardo



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta debole che ha visto Piazza Affari chiudere in leggero calo (Ftse Mib -0,33% a 22.646 punti). La Borsa italiana, dopo i guadagni della scorsa settimana, è tornata cauta come gli altri listini internazionali sugli sviluppi della politica Usa e dell’epidemia di Covid-19.

La crisi di governo italiana, con il braccio di ferro tra Renzi e il resto della maggioranza sulle voci del Recovery Plan, ha avuto finora un impatto limitato allo spread.

I future Usa trattano questa mattina cautamente positivi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +1,04% a 28.456 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro risale a 1,22; il petrolio avanza con il Brent a 57 dollari e il Wti a 53 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,19% a 31.068 punti, S&P 500 +0,04% a 3.801 punti, Nasdaq +0,28% a 13.072 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Unicredit nel giorno di un cda chiamato a fare il punto sulla scelta del nuovo ceo che dovrà sostituire l’uscente Jean Pierre Mustier. Il board si svolge all’indomani del Comitato nomine che ha ulteriormente analizzato le candidature che includono diversi nomi fra cui quello del banchiere d’affari Andrea Orcel. In un’intervista al Sole 24 Ore il presidente uscente Cesare Bisoni ha spiegato che la procedura è a buon punto e sulle ipotesi di un’acquisizione di Mps ha chiarito che “il consiglio non accetterà mai alcuna operazione che non sia nell’interesse esclusivo del Gruppo e dei suoi azionisti”.

Intanto questa mattina il quotidiano la Repubblica ha pubblicato dettagli più approfonditi del piano strategico di Mps. Il piano, scrive il giornale, “prevede l’iniezione di mezzi freschi per 2 miliardi nel 2021, anno che dovrebbe chiudere con 562 milioni di rosso, e la rapida focalizzazione regionale della banca per concentrarsi sulle Pmi, il controllo dei costi con 2.670 esuberi (di cui 900 a Siena) e la resilienza patrimoniale, anche ballando da sola”. Sarebbero rispettati – pur se di soli 190 milioni, 30 punti base di capitale “Cet 1” – i requisiti minimi di capitalizzazione”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Barclays in un report sulle utilities europee hanno alzato il target price su Enel da 9,40 a 10,10 euro, confermando il giudizio overweight.

Barclays su Snam alza il prezzo obiettivo da 5 a 5,30 confermando il rating overweight.

Credit Suisse ha migliorato il target su Eni da 9,20 a 10 euro, la raccomandazione resta underperform.

Fra le altre notizie, Leonardo sotto i riflettori delle cronache giudiziarie dopo che la Guardia di finanza di Milano ha acquisito nelle sedi del gruppo a Roma e Pomigliano d’Arco documenti nell’ambito di una indagine del pm Gaetano Ruta per riciclaggio, reati fiscali e corruzione tra privati. Reato, quest’ultimo, di cui rispondono dieci manager del gruppo, che risulta parte offesa. Nell’inchiesta, che riguarda in totale 14 persone fisiche e tre giuridiche, sono indagate anche Google Ireland e Google Payments.

unicredit ermotti 17-09-2021 — 10:25

Unicredit e Mps, si apre il capitolo esuberi

La banca milanese invoca le garanzie che furono accordate a Intesa Sanpaolo per le banche venete

continua la lettura