Dom 24 Gennaio 2021 — 01:47

Borsa italiana oggi: Stm, Unicredit, Illimity, Ferragamo



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

Borsa milano oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa, all’indomani di una seduta di vendite che ha visto Piazza Affari chiudere in deciso calo (Ftse Mib -2,03% a 19.085 punti). La Borsa italiana, peggiore del d’Europa, è stata penalizzata come gli altri listini dai timori per le nuove chiusure decise da governi ed enti locali per contenere i contagi del coronavirus.

Occhi nuovamente puntati anche sugli Stati Uniti dove si tratta a oltranza per un nuovo piano di stimolo fiscale. Il Beige Book della Fed ieri sera ha evidenziato un tasso di crescita debole o modesto nei distretti monitorati.

I future Usa trattano questa mattina in rosso.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,70% a 23.474 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è stabile a 1,1840; il petrolio si conferma debole con il Brent a 41 dollari e il Wti a 39 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,35% a 28.210 punti, S&P 500 -0,22% a 3.435 punti, Nasdaq -0,28% a 11.484 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa italiana, Stmicroelectronics (Stm) ha alzato ulteriormente la guidance sul fatturato 2020 dopo i risultati definitivi del terzo trimestre chiuso con ricavi netti per 2,67 miliardi di dollari (+4,4%) e margine lordo al 36%, utile netto di 242 milioni (-19,6%). Il gruppo italo-francese dei semiconduttori stima ora ricavi netti 2020 intorno a 9,97 miliardi e un margine operativo di almeno il 10%; nel solo quarto trimestre ricavi visti a 2,99 miliardi, margine lordo nell’ordine del 38,5% più o meno 200 punti base.

Le banche restano osservate speciali all’indomani di una seduta di forti realizzi. Fra queste, Unicredit ha annunciato a mercato chiuso la cessione di un portafoglio di Npl da 692 milioni a Illimity. L’impatto della cessione è stato recepito da Unicredit nel bilancio del terzo trimestre 2020, i cui risultati saranno diffusi il prossimo 5 novembre.

Da seguire Salvatore Ferragamo, ieri in gran spolvero (+8,7%) sui rumors di una possibile cessione di quote della società. A frenare gli acquisti non sono valse neppure le parole del presidente del gruppo Ferruccio Ferragamo, che ha smentito “categoricamente” di aver avuto “incontri o colloqui informali con investitori per cedere quote della società”, di cui la holding di famiglia, Ferragamo Finanziaria detiene il 54,3%. Secondo l’agenzia Reuters Ferragamo ha avuto contatti informali e ancora in fase embrionale con gli investitori in merito alla cessione di una quota di circa il 20%.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura