Sab 23 Gennaio 2021 — 23:33

Borsa italiana oggi: Ubi, Intesa, Azimut, Safilo



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta di realizzi che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in deciso calo (Ftse Mib -1,49% a 19.930 punti). La Borsa italiana è stata penalizzata da prese di beneficio sulle banche, e su alcuni titoli fra cui Fca e i petroliferi.

Occhi puntati sulla Fed per la riunione del Fomc che si concluderà questa sera con la pubblicazione fra l’altro delle stime aggiornate su Pil, inflazione e futuro andamento dei tassi della banca centrale americana.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,15% a 23.124 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si rafforza a 1,1360 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 40 dollari e il Wti a 38 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata, nel giorno in cui il Nasdaq ha toccato per la prima volta nella sua storia quota 10mila punti: Dow Jones -1,09% a 27.272 punti, S&P 500 -0,78% a 3.207 punti, Nasdaq +0,29% a 9.953 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, le banche restano osservate speciali all’indomani di un’ondata di realizzi innescata da una combinazione di fattori. Fra questi, i timori di un nuovo giro di vite sui dividendi dopo la raccomandazione del Comitato europeo per il rischio sistemico (Esrb) guidato da Christine Lagarde alle autorità di supervisione di istituti di credito e assicurazioni. Una prospettiva negativa soprattutto per le banche più generose in tema di remunerazione come Unicredit e Intesa Sanpaolo.

La stessa Intesa Sanpaolo e Ubi hanno risentito delle indiscrezioni su una possibile bocciatura dell’ops da parte dell’antitrust, mentre Bper ha contenuto i danni.

Restando nel comparto bancario, Unicredit ha comunicato stamattina che rimborserà il bond subordinato “€500,000,000 non-cumulative step-up fixed/ floating rate subordinated notes” (Isin XS0527624059), in conformità con le previsioni dei termini e condizioni dei titoli, in data 21 luglio 2020.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di SocGen hanno avviato la copertura su Azimut con rating hold e target price di 16,80 euro.

Snam, attraverso la propria controllata al 100% Snam4Efficiency, ha firmato con Gemma Srl e Fen Energia SpA i contratti per acquisire, per cassa, il 70% di due società attive nel settore dell’efficienza energetica in Italia, Mieci SpA ed Evolve Srl, per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro.

Fra gli appuntamenti societari, si riunisce oggi l’assemblea di Diasorin (ore 15 a Milano) da alcuni giorni volatile in seguito a prese di beneficio dopo i record macinati durante l’emergenza coronavirus, e per il ricorso vinto dalla rivale Technogenetics sulla fornitura dei test sierologici al Policlinico San Matteo di Pavia.

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating di lungo termine di Safilo da B2 a B3, citando un impatto più duro del previsto dell’emergenza Covid nel 2020. L’outlook, precedentemente sotto osservazione, passa a negativo.

Fra le altre notizie, da segnalare che Terna ha rinnovato il proprio programma di emissioni obbligazionarie Emtn da 8 miliardi di euro. Deutsche Bank e Citigroup hanno svolto il ruolo di Joint Arrangers del programma, a cui è stato assegnato il rating BBB+/A-2 da parte di S&P, (P)Baa2 /(P)P-2 da Moody’s, BBB+ da Fitch e A-/S-1 da Scope.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura