Mer 18 Settembre 2019 — 12:11

Borsa italiana: oggi tira il fiato. In luce però Atlantia, Telecom



Per il Ftse Mib il bilancio della settimana è un +2,93%, che porta a quasi il 20% i guadagni da inizio anno

Borsa italiana oggi ftse mib news

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari termina la seduta odierna poco mossa, tirando il fiato dopo il rally dei giorni scorsi. Sulla Borsa italiana oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,04% a 21.947 punti, in una giornata marginalmente positiva nel resto d’Europa e con Wall Street a sua volta sopra la parità. Per l’indice milanese il bilancio della settimana è un +2,93%, che porta al 19,77% i guadagni da inizio anno.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 151 punti base da 153 punti di ieri, con il rendimento del decennale italiano allo 0,87% da 0,93%.

Sul forex, l’euro si conferma sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 61 dollari e il Wti a 56 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: bene Atlantia, Ferrari, Telecom

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib svetta oggi Atlantia +1,4%, che con il nuovo governo vede allontanarsi definitivamente l’ipotesi di una revoca della concessione ad Autostrade.

Acquisti anche su Telecom (Tim) +1% poco sotto i 50 centesimi dopo una mattinata in cerca di una direzione.

Bene l’auto con Ferrari +1,2%, Fca +0,2%, Pirelli +0,7% dopo che Deutsche Bank ha alzato la raccomandazione a buy.

Deboli le utilities con Terna -1,5%, Snam -1%, Enel -0,7%, quest’ultima nonostante un report positivo di Bernstein.

Fra i petroliferi, Saipem -0,2%, Tenaris -0,5%, mentre Eni segna -0,7% dopo indiscrezioni sulla possibile acquisizione di assett di Exxon Mobil in Norvegia.

Stm +0,55% prosegue il suo rimbalzo dopo il +6,2% di ieri.

Le banche sono miste con Unicredit -0,5%, Intesa Sanpaolo +0,5%, Banco Bpm -0,5%, Mps -2,1%.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura