Ven 28 Febbraio 2020 — 20:15

Borsa italiana oggi: Fca, Intesa Sanpaolo, Nexi, Tim, Inwit, DoValue, Exor, Cattolica



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere in moderato rialzo (+0,34% il Ftse Mib). La Borsa italiana è stata sostenuta da acquisti su Nexi, dopo l’alleanza siglata con Intesa Sanpaolo, ma anche su bancari e utilities.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso oggi negativo -0,20% a 23.816 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida in area 1,1110 contro il dollaro; il petrolio è stabile con il Brent a 66 dollari e il Wti a 61 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera su nuovi livelli record: Dow Jones +0,49% a 28.376 punti, S&P 500 +0,45% a 3.205 punti, Nasdaq +0,67% a quota 8.887.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Fiat Chrysler (Fca) ha informato che cederà a Tupy il business dei componenti auto in ghisa che fa capo alla controllata Teksid. La cessione comprende gli stabilimenti di produzione in Brasile, Messico, Polonia e Portogallo, nonché la partecipazione detenuta da Teksid in una joint venture in Cina. Il business alluminio di Teksid, invece, continuerà a far parte del portafoglio di Fca. Il valore complessivo dell’operazione (enterprise value) è pari a 210 milioni.

I cda di Intesa Sanpaolo e di Intesa Sanpaolo Vita hanno approvato l’ingresso con una quota di controllo nel capitale di Rbm Assicurazione Salute, interamente posseduta dal Gruppo Rbh, della famiglia Favaretto. Il 50% + 1 azione sarà acquisito per 300 milioni. Rbm Salute è un gruppo specializzato nelle polizze sanitarie, terzo player del mercato con premi lordi per 515 milioni.

Fra le mosse dei broker, gli analisti di Société Générale hanno alzato la raccomandazione su Nexi da sell a hold con un target price di 11,80 euro.

Da segnalare che Telecom Italia (Tim) ha incassato ieri sera il via libera degli azionisti di minoranza di Inwit (con il 99%) alla fusione della controllata con la società delle torri di Vodafone Italia. L’assemblea ha anche approvato il dividendo speciale da complessivi 570 milioni o 0,5936 euro per azione che sarà distribuito a operazione completata. Inoltre Inwit ha sottoscritto un articolato contratto di finanziamento fino a 3 miliardi di euro con un pool di banche.

Possibili nuovi spunti su DoValue, già ieri in gran spolvero (+3,8%) sulle attese di un accordo poi firmato in serata: il servicer rileverà l’80% della divisione recupero crediti di Eurobank, terza banca greca, aggiudicandosi anche l’esclusiva per 10 anni sui flussi futuri di crediti deteriorati dell’istituto. L’acquisizione è stata valutata in 248 milioni di euro in termini di enterprise value (310 milioni di euro per il 100%), oltre ad un earn-out fino a 40 milioni di euro (50 milioni di euro per il 100%) legato al raggiungimento di determinati target nei prossimi 10 anni.

L’agenzia di rating S&P ha confermato il merito creditizio di Exor a lungo termine BBB+ e a breve termine A-2, alzando però l’outlook da stabile a positivo.

Il cda di Cattolica Assicurazioni ha preso atto della richiesta di convocazione dell’assemblea straordinaria arrivata da quattro azionisti in rappresentanza del 2,5% del capitale per modificare lo statuto, riservandosi “le opportune verifiche e valutazioni anche con l’assistenza dei consulenti legali”. I cosiddetti azionisti “ribelli” contestano la defenestrazione dell’ex ad Minali. Il cda della compagnia veronese si riunirà entro la prima metà di gennaio 2020 e “si ritiene” che “l’Assemblea potrà essere convocata di conseguenza nei termini di legge”.

banco bpm tononi 28-02-2020 — 11:40

Banco Bpm: Tononi entra in cda, martedì il piano

Il futuro presidente arruolato nel board per cooptazione, potrebbe già contribuire alle nuove strategie

continua la lettura