Mar 02 Marzo 2021 — 20:39

Borsa italiana oggi: Telecom, Campari, Eni, Mps



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta nervosa che ha visto Piazza Affari chiudere in ribasso e sui minimi di giornata (Ftse Mib -1,04% a 19.633 punti). La Borsa italiana come il resto d’Europa ha sofferto l’andatura altalenante di Wall Street, che ha visto però il Nasdaq mettere a segno nuovi massimi storici; da segnalare le forti ricoperture su Diasorin, mentre Telecom ha chiuso debole in attesa degli esiti dell’importante cda (vedi più sotto nell’articolo).

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,01% a 23.138 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro avanza a un soffio da quota 1,20 contro il dollaro; il petrolio recupera terreno con il Brent a 45 dollari e il Wti a 43 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,78% a 28.430 punti, S&P 500 -0,22% a 3.500 punti, Nasdaq +0,68% a 11.775 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Telecom (Tim) resta osservata speciale all’indomani del cda che ha approvato ieri sera il Memorandum of Understanding con Cdp sulla rete e la creazione di FiberCop. La lettera d’intenti con Cdp (che a sua volta l’ha controfirmata) è finalizzata alla “realizzazione del più ampio progetto di rete unica nazionale (AccessCo) attraverso la fusione tra FiberCop e Open Fiber”. Tim deterrà almeno il 50,1% e “attraverso un meccanismo di governance condivisa con CDPE sarà garantita l’indipendenza e la terzietà della società”. Quanto a FiberCop, il fondo Usa Kkr acquisisce per 1,8 miliardi il 37,5% della società a cui sarà conferita la rete secondaria di Tim, mentre Fastweb, apportando la sua partecipazione nella jv con Tim (Flashfiber) avrà una quota del 4,5% della nuova società (closing previsto entro il primo trimestre del 2021).

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno promosso Campari da underweight a overweight, alzando il prezzo obiettivo da 6 a 10 euro.

Sempre Jp Morgan ha limato il target price su Eni da 8,50 a 8 euro confermando il giudizio underweight.

Da seguire Mps dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui sarebbe in dirittura d’arrivo il decreto sulla futura privatizzazione della banca da parte del Tesoro, che prevede allo stesso tempo la sottoscrizione di gran parte degli strumenti di capitale, stimati complessivamente in 1 miliardo di euro, per soddisfare le condizioni della Bce alla scissione di 8,1 miliardi di Npl.

Sull’Aim, da segnalare che Officina Stellare ha costituito la controllata americana Officina Stellare Corp., con sede operativa in Virginia. Officina Stellare consolida così la propria presenza sul mercato Usa, che già pesa per il 25% del fatturato della società “e in cui si concentrano maggiormente le opportunità di Business dell’azienda”, spiega un comunicato.

Andrea Orcel unicredit 02-03-2021 — 11:46

Unicredit accelera su lista del cda, tra conferme e new entry

Tutto pronto per il cda chiamato a varare i nomi in vista dell’assemblea del 15 aprile

continua la lettura