Mer 27 Ottobre 2021 — 19:14

Borsa italiana oggi: Telecom, Moncler, Prysmian



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in moderato calo (Ftse Mib -0,83% a 25.086 punti). La Borsa italiana ha così tirato il fiato dopo cinque sedute positive di fila; in controtendenza Campari e Italgas dopo i conti, in rosso le banche.

Il focus resta sulle trimestrali, mentre si attendono questa sera le indicazioni del meeting della Fed.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -1,39% a 27.581 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1810; il petrolio è ben intonato con il Brent a oltre 74 dollari e il Wti a 72 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,24% a 35.058 punti, S&P 500 -0,47% a 4.401 punti, Nasdaq -1,21% a 14.660 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire le azioni Telecom (Tim) dopo i risultati del semestre e il via libera dell’antitrust agli accordi sul calcio in tv con Dazn. Il semestre si è chiuso con ricavi a 7,6 miliardi (+0,5%), mentre nel secondo trimestre si attestano a 3,8 miliardi (+1%, leggermente superiori alle attese). L’ebitda nel secondo trimestre è in calo del 5,8% a 1,64 miliardi (atteso 1,63 mld); il risultato netto è stato di 0,1 miliardi, 0,2 miliardi nel semestre ma in rosso per 0,1 miliardi incluse le partite non ricorrenti. “Prosegue il dialogo con Cdp per la definizione di iniziative strategiche congiunte mirate ad accelerare la digitalizzazione del Paese su vari temi, inclusa la rete, anche allo scopo di ottimizzare le risorse che saranno disponibili con il Pnrr”.

Intanto stamani l’antitrust ha concluso il procedimento cautelare relativo ad alcune clausole dell’accordo fra Tim e Dazn per la visione delle partite del campionato di calcio di Serie A nel triennio 2021-2024. Secondo l’Autorità, “alla luce delle misure presentate dai due operatori, allo stato non sussistono elementi per intervenire”.

Da parte sua Moncler ha archiviato il primo semestre 2021 con ricavi consolidati pari a 621,8 milioni, in crescita del +57% a tassi di cambio costanti e del +11% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il gruppo torna all’utile per 58,7 milioni da una perdita netta di 31,6 milioni nel primo semestre 2020 e un utile di 70 milioni nel pari periodo 2019. Moncler rinuncia tuttavia a fornire una guidance citando le incertezze relative al Covid.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Rbc ha alzato il prezzo obiettivo sulla stessa Moncler da 55 a 57 euro, confermando il rating sector perform.

Goldman Sachs ha migliorato il target price su Moncler da 60 a 61,20 euro, confermando il giudizio neutral.

Gli analisti di Berenberg hanno ritoccato il target price su Campari, all’indomani della trimestrale, da 11,90 a 12,30 euro, confermando il buy.

Jp Morgan ha alzato il target su Campari da 12,50 a 13 euro, confermando la raccomandazione overweight.

Fra gli altri spunti su Borsa italiana oggi, da seguire anche le banche come Unicredit e Intesa Sanpaolo, dopo che Deutsche Bank ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 692 milioni, oltre il doppio delle previsioni degli analisti.

Unicredit intanto eserciterà l’opzione di rimborso integrale dei titoli “Temporary write-down deeply subordinated fixed rate resettable” del valore di un miliardo di euro emessi nel 2014 (ISIN XS1107890847). La data è stata fissata il 10 settembre 2021. “Il rimborso anticipato dei titoli avverrà alla pari insieme agli interessi maturati e non corrisposti. Gli interessi cesseranno di maturare alla stessa data di rimborso anticipato”, precisa la banca.

Fra le big del listino principale in agenda oggi i conti di Prysmian, quest’ultima con una conference in programma alle ore 16. Il consensus degli analisti raccolto dal gruppo in un panel di 14 banche d’affari stima ricavi semestrali a 5,76 miliardi, ebitda adjusted a 463 milioni, indebitamento netto a 2,350 miliardi.

Si riuniscono inoltre per approvare i dati contabili i cda di Acea, Carraro, Cementir, Edison, Hera, Fiera Milano, Rai Way, Vianini.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura