Mar 07 Febbraio 2023 — 03:41

Borsa italiana oggi: Telecom, Juventus, Leonardo



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta di realizzi che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rosso (Ftse Mib -1,12% a 24.440 punti). La Borsa italiana è stata appesantita soprattutto da vendite sui petroliferi (con Eni, Saipem, Tenaris tutte in deciso calo); bene Iveco e Leonardo, banche deboli.

L’agenda macro prevede alcuni dati fra cui l’inflazione di novembre in Spagna e Germania, in attesa del dato sull’eurozona che sarà diffuso domani.

Prosegue l’attesa per i meeting di dicembre di Fed e Bce: al momento il mercato sconta in entrambi i casi un rialzo dei tassi di 50 punti base.

Inoltre si guarda ancora alla situazione Covid in Cina.

I future Usa trattano stamattina positivi.

A Tokyo il Nikkei ha chiuso con un -0,48% a 28.027 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0360; il petrolio rimbalza con il Brent a 84 dollari e il Wti a 78 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in deciso calo: Dow Jones -1,45% a 33.849 punti, S&P 500 -1,54% a 3.963 punti, Nasdaq -1,58% a 11.049 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Juventus dopo la storica svolta nella governance della società degli Agnelli con l’azzeramento del Consiglio di amministrazione annunciato ieri sera a valle di un cda straordinario. Maurizio Scanavino, attuale ad di Gedi (incarico che viene confermato) è stato nominato nuovo direttore generale della Juve. Lasciano il presidente Andrea Agnelli, il vicepresidente Pavel Nedved e l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene. Il passo indietro è maturato dopo il coinvolgimento nell’indagine della Procura di Torino con l’accusa di falso in bilancio e le contestazioni della Consob che hanno spinto a rivedere il progetto di bilancio. Il cda proseguirà la propria attività in regime di prorogatio sino all’assemblea dei soci convocata per il prossimo 18 gennaio.

Telecom Italia (Tim) resta sotto i riflettori all’indomani dell’incontro con i sindacati in cui il governo non ha svelato le carte sui propri progetti riguardanti la rete, mentre stamattina una nota ha annunciato l’intenzione di dare vita a un tavolo di lavoro che prenda una decisione entro il prossimo 31 dicembre. “Il Governo intende promuovere un tavolo di lavoro che entro il 31 dicembre possa contribuire alla definizione delle migliori soluzioni di mercato percorribili per massimizzare gli interessi del Paese, delle società coinvolte e dei loro azionisti e stakeholder, tenendo altresì conto delle normative esistenti a livello nazionale ed europeo e dei necessari equilibri economici, finanziari ed occupazionali”, spiega la nota del ministro delle imprese e del Made in Italy Adolfo Urso e del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per l’Innovazione Alessio Butti.

Sempre stamattina Leonardo ha comunicato il perfezionamento dell’operazione di fusione tra la controllata americana Leonardo Drs e la società israeliana Rada Electronic Industries, con automatica quotazione di Leonardo Drs. Come annunciato in precedenza, si legge in una nota, Leonardo continuerà a mantenere la quota dell’80,5% di Leonardo Drs, attraverso la controllata statunitense Leonardo US Holding, mentre agli azionisti attuali di Rada verrà assegnato il rimanente 19,5%.Le azioni di Leonardo Drs saranno quotate al Nasdaq e alla Borsa di Tel Aviv con il simbolo «DRS» a partire dall’apertura delle negoziazioni del listino Usa il 29 novembre 2022 e del Tase il 30 novembre.

Fra le raccomandazioni di Borsa Stifel ha avviato la copertura su Diasorin con rating hold e un target price di 130 euro.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura