Mer 18 Settembre 2019 — 12:10

Borsa italiana oggi: Pirelli, Buzzi, Enel, Telecom, Banca Generali, Ivs



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi ftse mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere nuovamente in buon rialzo (+1% il Ftse Mib). La Borsa italiana ha beneficiato di acquisti su tecnologici, auto e alcune banche, mentre sull’obbligazionario lo spread sui Btp è tornato ad ampliarsi leggermente sopra quota 150 punti.

Moody’s a mercati chiusi si esprimerà sul rating dell’Italia (Baa3 con outlook stabile) nell’ambito della sua revisione periodica.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso positivo +0,54% a 21.199 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si conferma sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio
è poco mosso con il Brent a 60 dollari e il Wti a 56 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in deciso rialzo: Dow Jones +1,41% a 26.728 punti, S&P 500 +1,30% a 2.976 punti, Nasdaq +1,75% a quota 8.116.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti su Pirelli dopo che gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato la raccomandazione sul titolo da hold a buy, con prezzo obiettivo di 6,50 euro.

Sempre fra le mosse dei broker, gli analisti di Hsbc hanno limato il target price di Buzzi Unicem da 25 a 24 euro, confermando la raccomandazione buy.

L’antitrust ha aperto un’istruttoria sull’acquisizione di Persidera da parte del Terzo fondo per le Infrastrutture istituito e gestito da F2i. L’operazione, frutto di un accordo vincolante per la cessione da parte di Telecom (al 70%) e Gedi, prevede la scissione di Persidera in due entità: NetCo, titolare dell’infrastruttura di rete, destinata a Ei Towers (con F2i al 60% e Mediaset al 40%) e MuxCo, con diritti d’uso delle frequenze, destinata a F2i.
L’indagine durerà 45 giorni, ha detto l’autorità, che contesta la possibile posizione dominante di F2i. La vendita di Persidera da parte di Tim, che mira alla riduzione della leva finanziaria, è stata annunciata a giugno per un valore complessivo di 240 milioni.

Enel ha lanciato la prima obbligazione per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità dell’Onu (General Purpose Sdg Linked Bond) negli Usa per un valore di 1,5 miliardi di dollari. Il bond ha rendimento pari al 2,65% e scadenza il 10 ottobre del 2024. Il prezzo di emissione è il 99,879% del valore nominale e il rendimento effettivo alla scadenza è pari al 2,676%.

Ad agosto la raccolta netta di Banca Generali è cresciuta di 315 milioni di euro (3.467 milioni da inizio anno). I flussi sono risultati in crescita rispetto ai 241 milioni di agosto 2018 e in linea con lo scorso luglio (314). Per l’ad Gian Maria Mossa è un risultato “molto solido considerando la stagionalità e le incertezze geopolitiche del periodo”, che porta a “guardare con fiducia all’ultima parte dell’anno”.

Ivs Group ha chiuso i primi 6 mesi dell’anno con ricavi in crescita del 6,1% a 232,1 milioni di euro; l’utile operativo è sceso da 26,6 a 25,2 milioni mentre il risultato netto è passato da 14,26 a 12,26 milioni. Il gruppo attivo nella ristorazione tramite distributori automatici valuta il rimborso anticipato di obbligazioni con scadenza nel novembre 2022 mediante l’emissione di un nuovo bond a condizioni più convenienti.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura