Mer 18 Settembre 2019 — 12:09

Borsa italiana oggi: Stm, Telecom (Tim), Eni, Mediaset



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

Borsa italiana oggi Milano ftse mib news Ftse Mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta contrastata, che ha visto Piazza Affari chiudere in rosso (-0,5% il Ftse Mib). La Borsa italiana ha scontato anche le forti prese di beneficio su Ferrari, in calo di circa il 6% dopo il rally degli ultimi mesi.

Sale l’attesa per la riunione della Bce di domani, con gli analisti che si aspettano un pacchetto di misure di stimolo che dovrebbe comprendere un taglio dello 0,1% del tasso sui depositi e un nuovo ciclo di Qe con acquisti titoli limitati a 20-30 miliardi mensili, oltre a modifiche alla forward guidance e a un miglioramento delle condizioni sulle aste Tltro per le banche.

Sull’obbligazionario, il Tesoro offre oggi in asta Bot annuali per 6,5 miliardi.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso positivo +0,96% a 21.597 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si conferma sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 62 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones +0,28% a 26.909 punti, S&P 500 +0,03% a 2.979 punti, Nasdaq -0,04% a quota 8.084.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Stm (ieri -1,4%, ma sempre sui massimi dell’ultimo anno) potrebbe beneficiare della presentazione dei nuovi iPhone 11 da parte di Apple (+1,2% a Wall Street) e di un’ampia carrellata di prodotti da parte della società di Cupertino, che rappresenta il 10% dei ricavi per il gruppo italo-francese dei semiconduttori.

Fra i giudizi dei broker, Jp Morgan ha alzato la raccomandazione su Telecom (Tim) da neutral a overweight, e il prezzo obiettivo da 0,55 a 0,69 euro.

Gli analisti di Hsbc invece hanno tagliato la raccomandazione su Eni da buy a hold e il target price da 17 a 14,60 euro.

Possibili nuovi spunti su Leonardo (ieri +0,7%) dopo la notizia diffusa ieri verso la chiusura dell’adesione italiana al programma britannico Tempest per la costruzione di un caccia multi-ruolo europeo di sesta generazione. La firma della dichiarazione d’intenti per collaborare al programma tra i direttori degli armamenti di Italia e Gran Bretagna è avvenuta a Londra e prelude al coinvolgimento dell’ex Finmeccanica nel progetto.

Telenovela Mediaset sotto i riflettori all’indomani di una seduta negativa che ha spinto il valore del titolo sotto il prezzo di recesso di 2,77 euro, salvo poi chiudere in rimonta (-0,3%) appena sopra tale soglia (a 2,78 euro). Vivendi a mercato chiuso ha fra l’altro affermato che “gli azionisti di Mediaset Espana in grado di poter esercitare il diritto di recesso rappresentano circa il doppio della soglia di 180 milioni di euro”, accusando il Biscione di avere fornito informazioni fuorvianti sull’assemblea in Spagna e provocando una smentita e la promessa di un nuovo esposto in Consob contro i francesi. Sia Vivendi sia Mediaset hanno invece smentito seccamente la notizia riportata dal sito “Lettera43” secondo cui Vivendi avrebbe fatto un’offerta a Fininvest per rilevare la maggioranza del gruppo televisivo.

Fra le ultime semestrali, B&C Speakers ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con ricavi per 28,39 milioni (+1,37%) su un utile netto di 4,44 milioni (+23,07%); ebitda consolidato a 6,44 milioni (+10,25%); posizione finanziaria netta negativa per 12,22 milioni da -4,59 milioni a fine 2018.

Sull’Aim, Comer Industries archivia il semestre con un utile netto di 11,5 milioni di euro, in crescita del 12,5% rispetto al primo semestre 2018, ebitda di 25,4 milioni (+18,2%); confermati i ricavi per 220,8 milioni (+8,4%). L’indebitamento finanziario netto è di 10,1 milioni, in miglioramento di circa 26,6 milioni rispetto a fine 2018.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura