Mar 18 Gennaio 2022 — 08:51

Borsa italiana oggi: Banco Bpm, Bper, Mps, Rcs, Tenaris, Pirelli, Tim, Stellantis



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

borsa milano oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere nuovamente in buon rialzo (Ftse Mib +1,30% a 26.000 punti). La Borsa italiana è stata trainata da un boom di ricoperture su Bper (+10%), dopo un report di Mediobanca tornata a scommettere su una possibile fusione per la banca modenese nell’ambito della nuova fase di consolidamento del settore.

Per l’indice principale, che ha recuperato quota 26mila punti anche in scia alle semestrali, il bilancio dell’ottava è un +2,51%, mentre da inizio anno segna circa +17%.

I future Usa trattano questa mattina negativi, dopo nuove chiusure record per Dow Jones e S&P500.

A Tokyo intanto il Nikkei è rimasto chiuso oggi per festività.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1760; il petrolio cede terreno con il Brent a 69 dollari e il Wti a 66 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera contrastata: Dow Jones +0,41% a 35.208 punti, S&P 500 +0,17% a 4.436 punti, Nasdaq -0,40% a 14.835 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Banco Bpm dopo un’intervista del ceo Giuseppe Castagna in cui il manager conferma che l’istituto potrebbe mantenere l’indipendenza, ma torna ad aprire alla creazione di un terzo polo bancario assieme a Bper. “La banca da sola può dare ritorni importanti agli azionisti. I risultati che abbiamo raggiunto dimostrano che siamo in grado di accrescere la nostra competitività e redditività in autonomia. Ma è evidente che aggregazioni virtuose, con banche che non abbiano bisogno di ristrutturazione, possono creare sinergie che facciano da moltiplicatore per i ritorni”, ha detto Castagna al Sole 24 Ore. “Oggi non c’è nulla sul tavolo e i numeri evidenziano che possiamo proseguire un profittevole percorso stand alone. Comunque, riteniamo sia nell’interesse del Paese la creazione di un terzo polo che ponga come carattere distintivo la vicinanza alle comunità e alle imprese, e che abbia dimensioni tali da affrontare con maggiori risorse lo scenario competitivo che si sta delineando. In questo quadro, il mercato aveva apprezzato un’operazione con Bper che è una realtà affine alla nostra. Siamo comunque attenti a valutare tutte le opzioni”.

Sempre fra le banche, nuovi sviluppi giudiziari per Mps, mentre è in corso la due diligence di Unicredit finalizzata a un’acquisizione senza rischi. La Procura di Milano ha avviato un procedimento penale sui fondi per i rischi legali. False comunicazioni sociali e manipolazione del mercato i reati ipotizzati dal pm Paolo Filippini, al lavoro per stabilire se i fondi per affrontare le cause e pagare gli eventuali risarcimenti – cifre che possono incidere in maniera consistente sui bilanci – siano o meno adeguati. Il focus dei magistrati secondo quanto emerso nel fine settimana, è sulla semestrale al 30 giugno 2020 e la trimestrale del 30 settembre. L’inchiesta, che ha mosso i primi passi a gennaio, nasce dagli esposti presentati da Giuseppe Bivona del fondo Bluebell.

La semestrale di Rcs, resa disponibile il 4 agosto, è invece finita all’attenzione degli uffici della Consob. Lo ha scritto l’Ansa citando fonti vicine alla Commissione. Al vaglio c’è la decisione del gruppo editoriale di non accantonare risorse al fondo rischi per la causa legale intentata dal fondo Blackstone alla Corte Suprema di New York.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Kepler Cheuvreux ha alzato il rating su Tenaris da hold a buy.

Jp Morgan ha promosso Pirelli da underweight a neutral, alzando il prezzo obiettivo da 4,40 a 5,60 euro.

Gli analisti di Ubs hanno alzato il target price su Buzzi Unicem da 31 a 33 euro, confermando il rating buy.

Fra gli altri spunti su Borsa italiana oggi, Stellantis studia il rimborso del prestito da 6,3 miliardi con garanzia Sace emesso da Intesa Sanpaolo. Lo ha scritto sabato scorso il Messaggero. Il finanziamento potrebbe essere rimborsato grazie alla nuova maxi linea di credito da 12 miliardi di euro sottoscritta con le banche a luglio. La mossa consentirebbe al gruppo di evitare i vincoli legati al prestito garantito dallo Stato, tenendosi così le mani libere per quanto riguarda le strategie, ma anche i dividendi.

Da seguire anche Telecom (Tim) dopo le indiscrezioni riportate dalla Stampa secondo cui il primo socio Vivendi (24%) sarebbe in pressing sull’ad Luigi Gubitosi alla luce dell’andamento fiacco del titolo in Borsa. Nel corso dell’ultimo consiglio, che si è svolto il 27 luglio, l’amministratore delegato di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine, avrebbe incalzato il manager sui conti dei primi sei mesi, chiedendo quali azioni siano state messe in cantiere per recuperare il calo dei margini. Altre perplessità riguarderebbero l’esecuzione del piano e il tema della rete. Vivendi e la stessa Tim hanno smentito tensioni.

Intanto il Gruppo Tim, attraverso FiberCop, e Iliad hanno siglato un accordo che consentirà di sviluppare il mercato dell’accesso Fiber-to-the-Home (FTTH). Le parti hanno definito infatti la partecipazione di Iliad al progetto di co-investimento su rete FiberCop, società del Gruppo che realizza la rete di accesso secondaria in fibra ottica fino alle abitazioni.

borsa italiana oggi 18-01-2022 — 08:31

Borsa italiana oggi: Atlantia, Telecom, Stellantis

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura