Dom 26 Settembre 2021 — 01:33

Borsa italiana oggi: Pirelli, Juventus, Mps, Banco Bpm



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in rialzo, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rosso (Ftse Mib -1,01% a 25.102 punti). La Borsa italiana è stata penalizzata da realizzi su Enel e sul risparmio gestito; in gran parte negative le banche, con Intesa Sanpaolo e Unicredit in calo di oltre 1 punto percentuale.

Per l’indice principale di Piazza Affari il mese di giugno è andato in archivio con un bilancio marginalmente negativo (-0,27%), mentre il consuntivo da inizio anno è un +12,9%, a 12 mesi +29,1%.

Sul fronte macro possibili indicazioni oggi dai Pmi manifatturieri di giugno, mentre si attende domani il report sull’occupazione Usa di giugno.

I future Usa trattano questa mattina sopra la parità, all’indomani di una nuova chiusura record per l’S&P500.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,29% a 28.707 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1840; il petrolio è poco mosso con il Brent a 74 dollari e il Wti a 73 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones +0,61% a 34.502 punti, S&P 500 +0,13% a 4.297 punti, Nasdaq -0,17% a 14.503 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Pirelli dopo l’accordo sul riassetto, peraltro anticipato nei giorni scorsi da indiscrezioni di stampa, che vedrà i cinesi di Longmarch entrare nel capitale di Camfin, conferendo il 4% del produttore di pneumatici. In questo modo Camfin salirà al 14,1% di Pirelli. Marco Tronchetti Provera & C. manterrà il controllo di Camfin. Al fine di determinare la quota di Camfin spettante a Longmarch a seguito dell’aumento di capitale, le azioni Pirelli detenute da Camfin e quelle oggetto di conferimento sono state valorizzate a 6,5 euro per azione.

Juventus osservata speciale dopo che il cda della società bianconera ha rivisto le stime sull’impatto della pandemia e “definito le linee guida” di un aumento di capitale da 400 milioni, nella parte alta della forchetta ipotizzata dalle banche d’affari. L’impatto complessivo del Covid “negli esercizi compresi tra il 2019/22 è stimabile attualmente in 320 milioni di euro”, fa sapere la società. Exor sottoscriverà pro quota (63,8%). La proposta di aumento sarà esaminata e definita nella riunione del cda di settembre 2021 per l’approvazione del progetto di bilancio dell’esercizio 2020/21 in vista dell’assemblea dei soci prevista a ottobre 2021.

Il Tesoro, sempre a caccia di un partner per Mps, avrebbe sondato anche la disponibilità di Banco Bpm, dopo Unicredit, ricevendo un rifiuto. Il dg del Mef Alessandro Rivera ne avrebbe discusso in videoconferenza con l’ad di Banco Bpm, Giuseppe Castagna, e il presidente Massimo Tononi. Lo ha scritto oggi il Messaggero. Dai vertici di Piazza Meda sarebbe arrivata solo una timida disponibilità a partecipare a un eventuale spezzatino della banca senese. Sempre secondo il giornale, in caso di bocciatura agli stress test, il Tesoro si troverà così costretto ad accelerare sul rafforzamento patrimoniale da 2,5 miliardi.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Rbc hanno alzato il target price su Moncler da 51 a 55 euro, confermando il rating sector perform.

Stmicroelectronics (Stm) ha annunciato il lancio di un programma di riacquisto di azioni proprie per un controvalore massimo fino a 1,040 milioni di dollari da eseguirsi entro un periodo di 3 anni.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, Telecom (Tim) ha perfezionato l’operazione di acquisizione delle Business Unit di BT Italia che offrono servizi ai clienti della Pubblica Amministrazione e piccole e medie imprese. L’accordo, annunciato lo scorso 10 dicembre e già autorizzato dalle autorità competenti, include anche le attività di supporto ai clienti della business unit Small & Medium Business (SMB) fornite da Atlanet, il Contact Center BT di Palermo.

Da segnalare che ieri è stata una giornata fitta di emissioni per le banche italiane, i cui risultati sono stati ufficializzati a mercato chiuso. Fra queste, un bond perpetuo At1 richiamabile dopo a 7 anni targato Unicredit che prevede una cedola a 4,45%.

Da parte sua Illimity ha emesso un Tier2 da 200 milioni di durata di 10 anni e opzione call a 5 anni, che ha spuntato una cedola a 4,375%.

Credem ha collocato un covered bond di importo 750 milioni, che ha una durata di 7 anni e prevede una cedola lorda annua pari a 0,01%.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura