Mer 27 Ottobre 2021 — 19:25

Borsa italiana oggi: Pirelli, Generali, Poste, Fca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in calo

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in calo, all’indomani di una nuova seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,68% a 20.993 punti). La Borsa italiana ha così messo a segno la nona seduta positiva di fila, sostenuta anche dalle rassicurazioni della Bce sul proseguimento del programma di acquisto titoli “pandemico” (Pepp).

I future Usa trattano questa mattina in rosso.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,68% a 25.520 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è debole a 1,1760; il petrolio arretra con il Brent a 43 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,08% a 29.397 punti, S&P 500 +0,77% a 3.572 punti, Nasdaq +2,01% a 11.786 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Pirelli dopo i conti della trimestrale e la revisione della guidance. Il gruppo della Bicocca ha segnato nel terzo trimestre 2020 ricavi per 1,277 miliardi (-1,5% organico su 2019 e -7,5% con effetto cambi) con un ebit rettificato di 213,7 milioni di euro (da 244,5) e un risultato netto positivo per 83,9 milioni (da 78,7). Si tratta di risultati migliori delle attese del consensus degli analisti. Quanto alla guidance 2020, i ricavi sono visti nella forchetta tra 4,18 e 4,23 miliardi di euro da 4,15-4,25 miliardi, margine ebit rettificato all’11,5-12% a fronte del 12-13% atteso in precedenza; cassa confermata a circa 190-220 milioni di euro e posizione finanziaria netta a -3,3 miliardi di euro (-4,252 miliardi a fine settembre; Pirelli inoltre stima una flessione dei volumi 2020 di gruppo (considerato pneumatici auto e moto) compresa tra il 17 e il 18% sul 2019 e quindi leggermente migliore del -18-20% indicato in precedenza.

Generali , a seguito di una lettera dell’Ivass, non distribuirà quest’anno la seconda tranche del dividendo sul 2019, che slitta, “nonostante risultassero rispettate le condizioni previste dal Risk Appetite Framework”. Lo ha comunicato il gruppo assicurativo assieme ai conti dei nove mesi Generali chiusi con un utile netto di 1.297 milioni (-40%), risentendo anche di 310 milioni di svalutazioni nette su investimenti derivanti dall’andamento dei mercati finanziari; mentre l’utile operativo cresce a 4 miliardi (+2,3%). Quanto al livello di solidità patrimoniale, il Solvency II Ratio è pari a 203%, in miglioramento rispetto al livello del semestre, mentre rispetto alla posizione di fine anno (224%) la diminuzione è “in larga parte ascrivibile all’impatto negativo delle varianze di mercato”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Credit Suisse hanno alzato il target price su Tod’s, dopo i conti, da 19 a 20 euro, confermando il rating underperform.

Barclays ha rivisto il prezzo obiettivo su Mediaset da 1,90 a 2 euro, confermando il giudizio equal weight.

Fca ha siglato un memorandum d’intesa con il gruppo francese Engie Eps per creare una joint venture “leader nel panorama europeo della e-Mobility che potrà avvalersi delle risorse finanziarie e della consolidata esperienza industriale di Fca e del know-how tecnologico e del portafoglio di proprietà intellettuale di Engie Eps”, spiega una nota. Le due società “uniranno le forze per entrare nella nuova era della mobilità sostenibile con soluzioni e servizi innovativi pensati per consentire a tutti di accedere alla mobilità elettrica in maniera semplice e conveniente”.

Tornando ai risultati societari,
Poste ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto di 353 milioni (+10,3%) su ricavi per 2,589 miliardi (+0,8%). L’impatto dell’emergenza Covid si evidenzia nei primi nove mesi dell’esercizio che registrano un utile netto in calo del 17,1% a 898 milioni e ricavi in calo del 5,2% a 7,67 miliardi. Il cda ha anche deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo pari a 0,162 euro per azione in pagamento dal 25 novembre per un ammontare complessivo pari a circa 211 milioni.

Webuild, che ha appena ultimato con successo l’acquisizione di Astaldi, nei primi nove mesi ha conseguito circa 2 miliardi tra ordini acquisiti e in corso di finalizzazione, risulta come migliore offerente per addizionali 0,2 miliardi di gare e sta perseguendo una pipeline pari a circa 35 miliardi, che include gare presentate e in attesa di aggiudicazione per oltre 9 miliardi. Il fenomeno di ritardo nell’emissione delle gare dovuto alla pandemia, già evidenziato nel primo semestre del 2020, si è notevolmente amplificato nel corso dell’ultimo trimestre raggiungendo circa 20 miliardi di iniziative slittate oltre il 2020.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, Bper ha ricevuto comunicazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’avvenuta concessione della garanzia dello Stato (Gacs) sui titoli senior della cartolarizzazione di sofferenze «Spring», il cui valore nominale è pari a 320 milioni.

Si riuniscono oggi per approvare i conti i seguenti cda: A2a (conference ore 16,30), Azimut, Banca Finnat, Bialetti Industrie, Cairo Communication, Cembre, Conafi, d’Amico Int. Shipping, Datalogic, Digital Bros, Enav, Enervit, Equita, Esprinet, Fincantieri, FNM, Fullsix, Gabetti, Gefran, Giglio Group, Geox, Il Sole 24 Ore, Immsi, Isagro, Italian Exhibition Group, La Doria, LVenture, Monrif, Orsero, Rai Way, Reply, Sol, Tamburi, Tinexta, Unieuro, Unipol (conference domani alle ore 12), Valsoia, Zucchi, Wiit.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura