Gio 29 Ottobre 2020 — 05:20

Borsa italiana oggi: Mps, Juventus, Unieuro



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta di realizzi che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in ribasso (Ftse Mib -1,12% a 19.739 punti) dopo un meeting della Fed in parte deludente. La Borsa italiana è stata appesantita da vendite su Telecom, Stm e banche, bene invece Pirelli, mentre le utilities hanno chiuso contrastate con acquisti su A2a e vendite su Enel.

I future Usa trattano poco mossi.

Da segnalare, fra le altre notizie, che la cordata Euronext-Cdp ha ottenuto un’esclusiva per trattare l’acquisizione di Borsa Spa, battendo la concorrenza di Six e Deutsche Boerse.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,18% a 23.360 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1850; il petrolio è ben intonato con il Brent a 43 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in rosso: Dow Jones -0,47% a 27.901 punti, S&P 500 -0,84% a 3.357 punti, Nasdaq -1,27% a 10.910 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire le banche dopo che in Spagna i cda di CaixaBank e Bankia hanno approvato la fusione. Il deal, che valuta Bankia 4,3 miliardi, vede Caixa offrire 0,6845 azioni per ogni azione dell’istituto controllato dallo Stato.

Da segnalare che Mps ha comunicato il prezzo del diritto di vendita e/o di recesso, fissato a 1,339 euro per azione, in vista dell’assemblea straordinaria del 4 ottobre chiamata a votare sulla scissione di 8,1 mld di crediti deteriorati in favore di Amco. Il titolo ha chiuso ieri a 1,365 euro. Il perfezionamento dell’operazione è sospensivamente condizionato alla circostanza che l’ammontare complessivo dei recessi non sia superiore ai 150 milioni di euro, condizione peraltro rinunciabile da Mps.

Fiat Chrysler (Fca) e Peugeot hanno reso noto che, su richiesta delle società nel contesto della recente modifica del loro combination agreement, Exor, EFP/FFP, Bpifrance e DFG hanno convenuto di essere ciascuna soggetta a un lock-up delle proprie azioni in Faurecia fino al termine del periodo di 6 mesi dal completamento della distribuzione della partecipazione del 46% di Psa in Faurecia a tutti gli azionisti del nuovo
gruppo Stellantis.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Barclays hanno alzato il target price su Enel da 8,90 a 9,10 euro, confermando il rating overweight.

La Juventus ha risolto consensualmente il contratto con il giocatore Gonzalo Higuain, operazione che genera un effetto economico negativo sull’esercizio 2019/2020, pari a 18,3 milioni di euro, per effetto della svalutazione del valore residuo del calciatore. Il cda della Juve è stato convocato per oggi per esaminare e approvare il nuovo progetto di bilancio d’esercizio al 30 giugno 2020, che di chiuderà così con un rosso vicino ai 90 milioni.

Fra i conti societari, Unieuro ha archiviato il primo semestre dell’esercizio 2020/21, chiuso il 31 agosto, Unieuro con ricavi per 1.079 milioni da 1.059 milioni del pari periodo 2019 (+1,8%). In particolare, il trimestre giugno-agosto ha registrato la performance a doppia cifra del canale retail, il più importante in termini di ricavi e marginalità, “tale da recuperare oltre un terzo dei mancati ricavi di canale del primo trimestre”, informa il gruppo. “La crescita dell’Online è stata nuovamente molto sostenuta, ma in decelerazione rispetto al primo trimestre sull’onda della normalizzazione del business”.

borsa milano coronavirus 28-10-2020 — 10:33

Borsa affossata da paura del Covid. Giù Bper, recupera Saipem

Timori legati alla seconda ondata di coronavirus e ai lockdown anche parziali che rischiano di abbattersi nuovamente sull’economia, mettendo in discussione la ripresa

continua la lettura