Mer 02 Dicembre 2020 — 16:22

Borsa italiana oggi: Bper, Banco Bpm, Mps, B. Cucinelli



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa milano

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poso mossa, all’indomani di una seduta debole che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in ribasso (Ftse Mib -0,40% a 21.536 punti). La Borsa italiana è stata in parte sorretta da acquisti sulle utilities, Inwit, Fca, Diasorin, mentre i realizzi hanno preso di mira Amplifon, petroliferi e in parte le banche.

I future Usa trattano questa mattina negativi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,42% a 25.527 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,1870; il petrolio consolida con il Brent a 44 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,15% a 29.483 punti, S&P 500 +0,39% a 3.581 punti, Nasdaq +0,87% a 11.904 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Bper e Banco Bpm dopo che l’ad di Unipol, Carlo Cimbri, ha aperto a una fusione tra i due istituti. Il gruppo assicurativo è primo azionista di Bper. L’ipotesi di aggregazione è “affascinante” e Bper sarebbe pronta ad approfondirla “con grande attenzione” e i soci ad assecondarla se il progetto “creasse valore e fosse coerente con gli interessi degli azionisti”, ha detto Cimbri in un’intervista al Sole 24 Ore. “Verrebbe a consolidarsi il settore bancario con un gruppo da 300 miliardi di attivi, prevalentemente nel nord Italia, con quote di mercato importanti nelle regioni più produttive del paese ed economie di scala estremamente rilevanti”.

Possibili spunti su Mps dopo che l’agenzia Dbrs Morningstar ha confermato il rating a lungo termine B sul Monte dei Paschi alzando l’outlook da negativo a stabile. La valutazione, avverte allo stesso tempo l’agenzia canadese, tiene conto di tutte le novità che riguardano la banca senese fra cui l’imminente ricapitalizzazione che “a nostro giudizio aggiunge nuove sfide e un più alto rischio di esecuzione per l’uscita del Governo italiano dal capitale”.

Fra i conti societari, Brunello Cucinelli ha archiviato il terzo trimestre 2020 con ricavi in crescita del 3,4% a 173,5 milioni di euro a cambi correnti, mentre nei 9 mesi si registra una flessione del 17,5% a cambi correnti (-17,4% a cambi costanti) rispetto ai 459 milioni al 30 settembre 2019. “Abbiamo conseguito nel terzo trimestre di questo 2020 risultati davvero interessanti” ha commentato il patron Brunello Cucinelli, “ed essendo giunti a più della metà dell’ultimo quarto, siamo in grado di immaginare anche per questo ultimo trimestre dei risultati molto positivi che ci dovrebbero condurre ad una chiusura dell’anno con una ‘leggerà diminuzione dei ricavi intorno al 10%”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jefferies hanno alzato il target price su Salvatore Ferragamo da 15 a 17,50 euro, confermando il giudizio buy.

Hsbc ha promosso Tod’s a hold con un prezzo obiettivo di 22 euro.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura