Mar 07 Febbraio 2023 — 02:07

Borsa italiana oggi: Mfe, Danieli



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente in rosso, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -1,16% a 20.961 punti). La Borsa italiana è stata solo in parte sostenuta da un acuto di Amplifon; acquisti inoltre su petroliferi e Tim; giù le banche; in profondo rosso le utilities.

I mercati azionari si confermano nervosi e volatili, mentre i rendimenti obbligazionari hanno spiccato nuovamente il volo su aspettative di inflazione e di nuovi rialzi dei tassi da parte delle banche centrali. Intanto martedì il presidente della Fed di St. Louis James Bullard si è detto a favore di ulteriori rialzi dei tassi, mentre il presidente della Fed di Chicago, Charles Evans, ha stimato che il livello dei “fed funds” dovrebbe essere alzato di almeno altri 100 punti base entro la fine dell’anno; e quello di Minneapolis, Neel Kashkari, ha assicurato che i vertici dell’istituto sono uniti nell’intento di proseguire l’attuale politica aggressiva.

Fra i dati macro, in Germania la fiducia dei consumatori di ottobre è uscita stamattina sui minimi storici.

I future Usa trattano negativi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -1,50% a 26.173 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro cede altro terreno a 0,9550; il petrolio arretra con il Brent a 85 dollari e il Wti a 77 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,43% a 29.134 punti, S&P 500 -0,21% a 3.647 punti, Nasdaq +0,25% a 10.829 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Mfe-MediaforEurope (Mediaset) dopo i conti del semestre chiuso con ricavi netti consolidati per 1.388,5 milioni da 1.387,2 milioni del primo semestre 2021; in Italia +1,1% a 974,6 milioni. Per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria, in Italia i ricavi pubblicitari lordi segnano 976,4 milioni in linea con i 976,9 milioni del 2021: un andamento che si confronta con il -2,8% del mercato (dati Nielsen) e “che ha permesso di far crescere ulteriormente la quota Mediaset sul totale della raccolta italiana”. In Spagna i ricavi pubblicitari lordi si attestano a 385,8 milioni da 406,1 milioni, dato allineato a quello del mercato Tv locale. Il risultato netto consolidato del gruppo è positivo per 84,6 milioni. Nello stesso periodo dell’esercizio precedente l’utile ammontava a 226,7 milioni anche per effetto della plusvalenza di 86,7 milioni generata dalla partecipata EI Towers attraverso la cessione di Towertel. Quanto alle previsioni, l’andamento della raccolta “nei prossimi mesi potrebbe comunque risentire di una prevedibile contrazione di spesa e consumi di imprese e famiglie per fronteggiare i rincari energetici”. Pur in questo contesto, “il Gruppo Mfe conferma l’obiettivo di conseguire per l’esercizio 2022 risultati economici e una generazione di cassa caratteristica (free cash flow) ancora positivi”.

Sempre fra i conti societari, Danieli nell’esercizio 2021/2022 ha registrato un utile netto di 218,7 milioni di euro, in netto rialzo da 80,2 milioni dell’esercizio precedente, che aveva sofferto a causa della pandemia. I ricavi sono saliti a 3,619 miliardi da 2,725 miliardi e l’Ebitda è aumentato del 44% a 359,2 milioni.

Il componente indipendente del cda Tim Luca de Meo ha rassegnato le dimissioni dal Consiglio. Il ceo di Renault “ha espresso il suo sincero dispiacere per questa decisione, motivata dall’impegno diretto che deve ora dedicare alla profonda trasformazione di Renault Group, impegno che non gli consentirebbe di contribuire in modo adeguato alle sfide che Tim sta affrontando”, spiega un comunicato della società.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura