Lun 09 Dicembre 2019 — 09:51

Borsa italiana oggi: Mediaset, Enel, Eni, Mediobanca, Unicredit, Juventus



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa o marginalmente negativa, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari maglia rosa del Vecchio Continente (+0,8% il Ftse Mib). La Borsa italiana è stata trainata soprattutto dal recupero delle banche. Lo spread ha chiuso poco mosso a 139 punti.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso positivo +0,16% a 22.079 punti, con la Bank of Japan che ha lasciato invariata la politica monetaria.

Sul forex, l’euro/dollaro si conferma sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio è stabile con il Brent a 64 dollari e il Wti a 58 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,19% a 27.094 punti, S&P 500 invariato a 3.006 punti, Nasdaq +0,07% a quota 8.182.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Mediaset che ha sottoscritto un accordo secondo il quale il fondo Peninsula è pronto a rilevare fino a 470 milioni di azioni Mfe dal valore superiore al miliardo di euro provenienti dal recesso dell’operazione. E’ quanto emerso al termine di un cda straordinario in vista della scadenza sabato prossimo dei termini per l’esercizio del recesso dalla costituzione della holding in Olanda. Un accordo che blinda il gruppo del Biscione da eventuali sorprese del socio Vivendi.

Fra le mosse dei broker, gli analisti di Hsbc hanno alzato la raccomandazione su Enel da hold a buy e il target price da 6,30 a 7,40 euro.

Il cda di Eni ha deliberato di attribuire agli azionisti un acconto sul dividendo 2019 di 0,43 euro per azione con stacco cedola il 23 settembre 2019 e messa in pagamento il 25 settembre.

Il cda di Mediobanca, approvando il progetto di bilancio al 30 giugno 2019, ha convocato l’assemblea per il 28 ottobre in cui sarà proposta l’assegnazione di un dividendo di 0,47 euro per azione.

Si riunisce inoltre il cda di Unicredit che potrebbe decidere la nomina a presidente di Cesare Bisoni, espressione di Carimonte holding, la capogruppo delle fondazioni Monte di Bologna e Cassa di Modena, e attualmente presidente pro tempore. Intanto Unicredit ha comunicato questa mattina di aver ceduto un portafoglio di Npl in Croazia da 203,3 milioni.

Juventus pubblicherà oggi i risultati dell’esercizio 2018/2019, che la stessa società ha previsto in perdita per il secondo anno consecutivo.

Intanto Ss Lazio ha chiuso l’esercizio 2018/2019 con una perdita netta di 13,2 milioni da un utile di 36,3 milioni di euro un anno prima.

Da segnalare che Moody’s ha confermato il rating di Edison a Baa3, migliorando l’outlook da stabile a positivo per riflettere “i previsti miglioramenti del profilo di rischio dopo il disinvestimento delle attività exploration and production (E&P), che dovrebbe essere completato a fine 2019”.

Ovs (ieri +8%) ha archiviato il primo semestre chiuso il 31 luglio, con un risultato rettificato di 16,8 milioni di euro(-48,6%) su base annua, e un utile reported di 5,3 milioni, in linea con il 2018. Ebitda rettificato di 62,5 milioni, in linea con le aspettative, mentre l’Ebitda reported ammonta a 137,3 milioni. La posizione finanziaria netta rettificata è di 413,6 milioni, in miglioramento di 14 milioni rispetto al 31 luglio 2018. Inoltre il gruppo ha sottoscritto un accordo con tutte le banche creditrici un accordo per modificare il contratto di finanziamento esistente.

borsa italiana oggi 09-12-2019 — 08:13

Borsa italiana oggi: Unicredit, Mps, Mediaset

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi marginalmente negativa

continua la lettura