Dom 27 Settembre 2020 — 19:28

Borsa italiana oggi: Mediaset, Tod’s, Fca, Astm, Edison



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente debole, all’indomani di una seduta di realizzi che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in deciso calo (Ftse Mib -1,81% a 19.380 punti). La Borsa italiana è stata appesantita dalle vendite su petroliferi, banche e tecnologici, accelerando al ribasso dopo l’apertura negativa di Wall Street (che ha poi chiuso con un nuovo tonfo).

Sull’obbligazionario, proseguono a pieno ritmo le emissioni del Tesoro, che ieri ha collocato via sindacato il nuovo Btp a 20 anni per 10 miliardi, riscontrando una domanda sopra gli 80 miliardi. Il titolo è stato collocato al prezzo di 99,765 corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione dell’1,822%, il più basso per una prima tranche mai emessa su questa scadenza. Oggi asta di Bot annuali fino a 7 miliardi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -1,04% a 23.032 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1780; il petrolio si conferma debole con il Brent a 39 dollari e il Wti a 36 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in profondo rosso: Dow Jones -2,25% a 27.500 punti, S&P 500 -2,78% a 3.331 punti, Nasdaq -4,11% a 10.847 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Mediaset ha comunicato questa mattina i risultati del primo semestre 2020 chiuso con una perdita di 18,9 milioni su ricavi per 1.166 milioni dai 1.482 dello stesso periodo 2019. Dal cda è emerso che nei prossimi giorni è in agenda un colloquio telefonico tra l’ad Pier Silvio Berlusconi e il ceo di Vivendi Arnaud de Puyfontaine. Il colloquio è stato chiesto da Vivendi dopo la sentenza della Corte di Giustizia Ue. Il dossier sarà oggi sul tavolo dell’Agcom.

Fra i conti societari su Borsa italiana oggi, focus anche su Tod’s che ha archiviato una semestrale duramente impattata dagli effetti del Covid, con una perdita di 80,6 milioni da -5,7 mln del primo semestre 2019. I ricavi sono stati pari a 256,9 milioni (-43,5%), mentre nel solo secondo trimestre sono scesi del 56,3% a 104,1 milioni. Per il patron Diego Della Valle “siamo già proiettati al 2021, seguendo il nostro piano strategico di medio termine, mantenendo una rigida politica di attenzione ai costi e di efficientamento, che ci sta dando buoni risultati”.

Fra le raccomandazioni dei broker, gli analisti di Goldman Sachs hanno tagliato il target price sulla stessa Tod’s da 22,80 a 21,30 euro, confermando il rating sell; Ubs ha invece incrementato il target da 18,80 a 19,80 euro, reiterando il sell.

Bernstein ha avviato la copertura su Fiat Chrysler (Fca) con giudizio underperform e un prezzo obiettivo di 8 euro.

Da segnalare che Ardian attraverso Mercure Investment ha acquistato l’1,6% di Astm attraverso una procedura di reverse accelerated book building al prezzo di 21 euro per azione. Il titolo aveva chiuso ieri a 17,27 euro. Mercure deteneva già una partecipazione pari al 40% di Nuova Argo Finanziaria, la quale è socia di Astm con una quota del 43,02%. La restante partecipazione di Nuova Argo è detenuta da Aurelia (Gavio).

Fra le utilities Edison ha avviato trattative con F2i “al fine di risolvere la partnership in E2i Energie Speciali, società leader nel settore eolico, rilevando la quota che ancora non possiede, pari al 70%”. Inoltre “2i Rete Gas, società partecipata da fondi di investimento gestiti da F2i, Ardian e APG, ha inviato una manifestazione di interesse per l’acquisto del 100% di Infrastrutture Distribuzione Gas, società interamente posseduta da Edison e che gestisce le reti e gli impianti per la distribuzione del gas in 58 Comuni di Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia e Veneto”, aggiunge Edison, che informa “di aver concesso a 2i Rete Gas un’esclusiva sino al 20 novembre 2020”.

Telecom è più vicina al suo rafforzamento in Brasile. L’assemblea dei creditori di Oi ha approvato l’emendamento al Piano di Riorganizzazione Giudiziaria che comprendeva anche l’assegnazione della qualifica di stalking horse, condizione posta dalla cordata di Tim, Telefonica e Vivo quando hanno migliorato la loro offerta. Ora il nuovo piano sarà sottoposto all’approvazione del Tribunale di Rio de Janeiro e poi si aprirà la gara per la vendita degli asset.

banco bpm credit agricole 25-09-2020 — 11:43

Banco Bpm, spunta la pista Crédit Agricole

Il titolo prosegue la sua corsa nonostante le smentite dei francesi. L’istituto resta comunque il possibile obiettivo di una prossima operazione di fusione bancaria

continua la lettura