Mer 30 Settembre 2020 — 17:04

Borsa italiana oggi: Tim, Eni, Saipem, Tenaris, Juventus



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa milano

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, alla ripartenza dopo una seduta cauta venerdì scorso, che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,21% a 19.516 punti). La Borsa italiana ha mandato in archivio la prima settimana di agosto con un +2,2% mentre il bilancio da inizio anno fa tegistrare -17%.

Esaurita l’ondata di trimestrali, gli scambi dovrebbero tararsi su ritmi estivi.

A Tokyo intanto il Nikkei è rimasto chiuso oggi per festività; il resto dell’Asia tratta in ordine sparso.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1790 contro il dollaro; il petrolio recupera terreno con il Brent a 44 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera contrastata: Dow Jones +0,17% a 27.433 punti, S&P 500 +0,06% a 3.351 punti, Nasdaq -0,87% a 11.010 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti su Telecom (Tim) che in cordata con Telefonica e Claro, sulla base della nuova offerta da 2,7 miliardi, ha ottenuto in Brasile un’esclusiva fino all’11 agosto per trattare l’acquisizione di Oi Group. Intanto i progetti di rete unica devono fare i conti con la posizione di Vodafone, Sky e Wind Tre, che secondo indiscrezioni di stampa hanno scritto una lettera congiunta al governo chiedendo di essere interpellati.

Da seguire i petroliferi come Eni dopo che l’ utile netto del colosso saudita Aramco si è dimezzato a 23,2 miliardi di dollari nel primo semestre; il gruppo mantiene però il dividendo ed è ottimista sulla domanda di greggio.

Moody’s intanto ha abbassato il rating di Saipem da Ba1 a Ba2; l’outlook passa da negativo a stabile. L’agenzia cita i risultati del secondo trimestre inferiori alle attese, ma anche le incertezze che si estendono fino al 2021.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Barclays hanno limato il target price sulla stessa Saipem da 2,95 a 2,90 euro, confermando il giudizio equal-weight.

Barclays ha invece tagliato Tenaris da equal weight a underweight, riducendo il prezzo obiettivo da 6,80 a 4,80 euro.

Morgan Stanley ha rivisto il target su Unicredit da 11 a 10,80 euro, confermando la raccomandazione overweight; a sua volta Exane Bnp Paribas riduce da 10,50 a 10 euro ma conferma l’outperform.

Da seguire la reazione del mercato all’eliminazione della Juventus dalla Champions League, ultima chance per raddrizzare dal punto finanziario una stagione segnata dall’impatto del Covid. Immediata comunque la reazione della società, che ha esonerato l’allenatore Sarri, mentre per la successione si è optato per un’inedita scelta “interna”, Andrea Pirlo.

Fra le ultime trimestrali, la Banca Popolare di Sondrio ha archiviato il primo semestre 2020 con un utile netto di 14,4 milioni (-69,3%), su un margine d’intermediazione a 373 milioni (-13,1%), con rettifiche nette su crediti a 95,2 milioni. Il Cet1 fully phased si posiziona al 15,59%. Sul fronte della qualità del credito, il numero uno Mario Alberto Pedranzini ha sottolineato come l’Npl ratio lordo sia passato dal 13,65% del giugno 2019 all’attuale 9,17%.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura