Mer 30 Settembre 2020 — 17:13

Borsa italiana oggi: Intesa, Stm, Eni, Juventus



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, alla ripartenza dopo una seduta venerdì scorso debole e contrastata, che ha visto Piazza Affari chiudere invariata (Ftse Mib +0,00% a 19.820 punti). La Borsa italiana ha comunque archiviato la settimana con un bilancio positivo del +2,2%, mentre da inizio anno il consuntivo è un -15,7%.

Sul fronte coronavirus, AstraZeneca ha reso noto nel fine settimana di avere ripreso la sperimentazione dell’atteso vaccino realizzato con l’Università di Oxford, dopo lo stop seguito alle complicazioni insorte in un volontario.

I future americani sono positivi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,65% a 23.559 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1850; il petrolio tenta un recupero con il Brent a 40 dollari e il Wti a 37 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera contrastata: Dow Jones +0,48% a 27.885 punti, S&P 500 +0,05% a 3.340 punti, Nasdaq -0,60% a 10.853 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti su Intesa Sanpaolo che aderisce all’offerta su Borsa spa orchestrata da Cdp con Euronext, confermata questa mattina nel giorno della scadenza per le proposte vincolanti. Intesa secondo le ultime indiscrezioni punterebbe al 2% della stessa Euronext, dove andrebbe a pareggiare la quota detenuta da Bnp Paribas. In base a questo schema la stessa Cdp, se l’offerta fosse accettata, otterrebbe un peso equivalente a quello dell’omologa Cdp francese ossia una quota intorno all’8%. Intanto la banca è salita al 98,9% di Ubi al termine dell’opa residuale e potrà quindi arrivare al 100%, diventando unica proprietaria senza soci di minoranza. Scatterà ora un periodo di squeeze-out che permetterà a Intesa di raccogliere direttamente tutte le restanti azioni ancora sul mercato, a valle del quale Ubi sarà delistata.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Credit Suisse hanno tagliato il rating su Eni da neutral a underperform, modificando il target price da 9,50 a 9,20 euro.

Da seguire su Borsa italiana oggi le azioni Stmicroelectronics (Stm) dopo che il colosso Usa Nvidia ha rilevato Arm da Softbank in un’operazione da 40 miliardi di dollari. Arm progetta l’architettura per i semiconduttori utilizzati in quasi tutti i dispositivi mobili del mondo, dall’iPhone a praticamente tutti i dispositivi Android.

Possibili spunti sui farmaceutici come Recordati sulla scia di una nuova operazione di M&A: Gilead ha acquisito Immunomedics per 21 miliardi o 88 dollari per azione, cioè più del doppio del valore di Borsa alla chiusura di venerdì (42,25 dollari). Gilead potrà così disporre di una terapia anti-cancro per cui Immunimedics ha ottenuto la licenza Fda, Trodelvy.

Cnh osservata speciale dopo il tonfo a Wall Street di Nikola, la “Tesla dei camion” di cui Iveco detiene una quota del 7,1%. Il titolo ha ceduto il 14,%, dopo il -11,3% della seduta precedente, in seguito alle accuse di frode lanciate dallo short seller Hindenburg alla società, che valuta un’azione legale. Da inizio anno le azioni Nikola sono salite del 200% e avevano accelerato ulteriormente la scorsa settimana dopo l’ingresso di Gm con una quota dell’11%.

Juventus ha chiuso il bilancio 2019/2020 con una perdita di 71,4 milioni, sostanzialmente in linea con le attese, su ricavi scesi da 621,4 milioni a 573,4 milioni (-8%). Inoltre la società di calcio bianconera avverte che “allo stato” anche “l’esercizio 2020/2021 è previsto in perdita”. L’indebitamento finanziario netto ammonta a 385,2 milioni.

Si riuniscono oggi per approvare i conti i seguenti cda: Avio, Nova Re, Orsero, Sesa, Valsoia.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura