Dom 27 Settembre 2020 — 19:04

Borsa italiana oggi: Unicredit, Intesa Sanpaolo, B. Generali, Mediolanum, Unipol, Juventus, Saipem



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

Borsa milano

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente sotto la parità, alla ripartenza dopo una seduta venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere in deciso calo (Ftse Mib -3,15% a 16.822 punti) assieme agli altri listini internazionali. Per la Borsa italiana l’ottava si è chiusa con un bilancio comunque positivo (+6,9%) dopo l’ondata di vendite delle scorse settimane. Il focus dei mercati finanziari resta sull’impatto dell’emergenza coronavirus e sulla reazione dei governi per sostenere l’economia.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso in calo del -1,57% a 19.084 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro cede terreno sotto 1,11 contro il dollaro; il petrolio è in ulteriore calo con il Brent a 23 dollari e il Wti a 20 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera negativa: Dow Jones -4,06% a 21.636 punti, S&P 500 -3,37% a 2.541 punti, Nasdaq -3,79% a 7.502 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Unicredit dopo la decisione di rinviare dividendo e buyback in seguito alla raccomandazione della Bce di rinviare fino almeno a ottobre la remunerazione degli azionisti. Lo ha stabilito il cda riunitosi ieri in via straordinaria, ritirando i rispettivi punti all’ordine del giorno nell’assemblea del prossimo 9 aprile. Il gruppo inoltre “non dedurrà più, come effettuato fino ad ora, il dividendo dell’esercizio 2019 dal capitale
Cet1 a fini prudenziali. Ciò avrà un effetto positivo di 37 punti base sul Cet1 ratio”; e “modificherà la politica dei dividendi per l’esercizio 2020 e non accantonerà nessun dividendo nel 2020”.

A sua volta Intesa Sanpaolo esaminerà la richiesta (che per l’istituto riguarda 3,36 miliardi di cedole sul 2019) nel prossimo cda del 31 marzo. Il comparto aveva chiuso venerdì in forte calo, con Unicredit -5,3%, Intesa Sp -3,95%, Banco Bpm -4,8%, Bper -6,4%, Ubi -3%.

La decisione di rinviare la cedola intanto è stata comunicata questa mattina da due gruppi che operano nel risparmio gestito: Banca Mediolanum e Banca Generali.

Nel comparto assicurativo, le assemblee di UnipolSai e Unipol voteranno invece la proposta di dividendo rispettivamente il 29 e 30 aprile tramite delega secondo le nuove regole per il Covid-19 nella sede direzionale di Bologna in via Stalingrado. L’appuntamento servirà per entrambe le società, in seduta straordinaria, a cambiare lo statuto per introdurre il voto maggiorato “allo scopo di incoraggiare un approccio all’investimento di medio-lungo periodo, favorendo dunque la presenza di investitori stabili”, viene spiegato. UnipolSai prevede un dividendo 2020 di 0,16 euro per azione (+10% sul 2018) e Unipol una cedola di 0,28 euro (+56%).

Occhi puntati su Juventus, primo club della serie A ad annunciare un taglio degli stipendi di tecnico e giocatori che produrrà effetti positivi per circa 90 milioni sull’esercizio 2019/20, contrastando in parte l’impatto del coronavirus.

Fra le raccomandazioni dei broker, gli analisti di Jefferies hanno tagliato il giudizio su Saipem da buy a hold e il target price da 5,50 a 2,30 euro.

Da segnalare che fra le agenzie di rating Moody’s ha rivisto da stabile a negativo l’outlook sulla stessa Saipem , mantenendo invece invariato il rating a Ba1.

banco bpm credit agricole 25-09-2020 — 11:43

Banco Bpm, spunta la pista Crédit Agricole

Il titolo prosegue la sua corsa nonostante le smentite dei francesi. L’istituto resta comunque il possibile obiettivo di una prossima operazione di fusione bancaria

continua la lettura