Mer 20 Novembre 2019 — 06:17

Borsa italiana oggi: Ferrari, Fca, Generali, Intesa Sanpaolo, Unicredit



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi ftse mib Milano news

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in rialzo, alla ripartenza dopo una settimana positiva che ha visto Piazza Affari mettere a segno un +1,44% sul Ftse Mib, portando così il consuntivo da inizio anno a +25,1%. La Borsa italiana ha beneficiato anche del rally di Fca dopo l’avvio delle trattative per una fusione con Peugeot. Bene anche la seduta semi-festiva di venerdì (+1,06% a 22.934 punti) in scia ai guadagni di Wall Street dopo i dati positivi sull’occupazione Usa.

A Tokyo intanto il Nikkei  è rimasto chiuso oggi per festività.

Sul fronte macro, occhi puntati sui Pmi manifatturieri europei.

Fra gli avvenimenti da segnalare, la neo presidente della Bce, Christine Lagarde, terrà questa sera a Berlino il suo primo discorso ufficiale (ore 20,30), in occasione di una cerimonia in omaggio all’ex ministro tedesco Schaeuble.

Sul forex, l’euro/dollaro si mantiene sopra quota 1,11 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 61 dollari e il Wti a 55 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera nuovamente positiva: Dow Jones +1,11% a 27.347 punti, S&P 500 +0,97% a 3.066 punti (record), Nasdaq +1,13% a quota 8.386.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, il focus torna sulle trimestrali con i conti attesi nella tarda mattinata di Ferrari. Per la casa di Maranello il consensus degli analisti pronostica nel terzo trimestre ricavi per 886 milioni, in rialzo da 838 milioni dello stesso periodo del 2018, Ebitda a sua volta in crescita a 296 milioni da 278 milioni, utile netto a 166 milioni da 146 milioni. Conference alle ore 15.

Fra le mosse dei broker, gli analisti di Hsbc hanno alzato la raccomandazione su Fiat Chrysler da hold a buy e il target price da 15 a 18,20 euro.

Morgan Stanley ha riavviato la copertura delle Assicurazioni Generali con un rating equal weight e prezzo obiettivo di 18,50 euro.

Barclays ha rivisto il target di Tenaris da 15 a 13,50 euro, confermando la raccomandazione overweight.

Domani entreranno nel vivo le trimestrali bancarie con i conti attesi a metà giornata di Intesa Sanpaolo, ma anche di Fineco, mentre il giorno successivo toccherà a Banco Bpm, Banca Mps e Creval; la carrellata prosegue giovedì con
l’attesa trimestrale di Unicredit, l’ultima prima del nuovo piano industriale
, Bper e Credem, mentre venerdì sarà la volta di Ubi Banca e Banca Popolare di Sondrio.

Intanto il presidente di Unicredit, Cesare Bisoni, ha spiegato in un’intervista al quotidiano Il Messaggero che il prossimo piano si focalizzerà su digitale e innovazione, con un’attenzione quindi al contenimento dei costi. Pur senza entrare nei dettagli delle nuove strategie, Bisoni ha detto che la “trasformazione della banca” avverrà tramite la “semplificazione dei processi puntando su digitale e innovazione” e consentendo “alle nostre persone di dedicare molto più tempo ai clienti”.

Da seguire Cattolica Assicurazioni dopo le perdite di venerdì (-4,4%) seguite al siluramento del ceo Minali, una mossa che peraltro allontana ulteriormente l’ipotesi di una trasformazione in spa della compagnia veronese.

ubi massiah 19-11-2019 — 11:08

Massiah (Ubi): non tutte le fusioni sono di successo

La banca al centro del dossier M&A assieme a Banco Bpm, Bper e Mps, ma l’ad preferisce restare cauto. Il nuovo piano nel primo trimestre

continua la lettura