Mer 18 Settembre 2019 — 12:11

Borsa italiana oggi: Recordati, Amplifon, Fca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi milano ftse mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta contrastata, che ha visto Piazza Affari chiudere in cauto rialzo (+0,19% il Ftse Mib). La Borsa italiana è stata sostenuta principalmente da banche e petroliferi, oltre che da un acuto di Pirelli in un comparto auto misto.

Sale l’attesa per la riunione della Bce di giovedì prossimo, con gli analisti che invitano alla cautela, ma si aspettano un pacchetto di misure di stimolo che dovrebbe comprendere: un taglio dello 0,1% del tasso sui depositi, un nuovo ciclo di Qe con acquisti titoli fino a massimi 30 miliardi mensili, un miglioramento delle condizioni delle nuove aste Tltro per le banche.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso positivo +0,35% a 21.392 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si conferma sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 62 dollari e il Wti a 58 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones +0,14% a 26.835 punti, S&P 500 -0,01% a 2.978 punti, Nasdaq -0,19% a quota 8.087.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Recordati in cerca di un rimbalzo (ieri -4,3%) con gli analisti di Oddo Bhf che hanno migliorato la raccomandazione sul titolo da neutral a buy, e il target price da 37 a 47 euro. Ieri le azioni della società farmaceutica erano state penalizzate da una mossa esattamente opposta da parte di Goldman Sachs.

Jefferies invece taglia la raccomandazione su Amplifon da buy a hold, pur alzando il prezzo obiettivo da 20,20 a 25 euro.

Possibili nuovi spunti su Fca (ieri +0,9%) in scia alle dimissioni del ceo di Nissan Saikawa che dovrebbero aprire la strada a un riallineamento con l’alleata Renault, e in prospettiva a una ripresa dei negoziati tra la casa francese e Fiat Chrysler sulla fusione. Il nuovo ceo di Nissan sarà nominato entro fine ottobre fra almeno dieci candidati, tra i quali figurano anche manager non giapponesi. Il mercato non sembra invece credere alle ultime dichiarazioni del ministro francese dell’economia Le Maire, che ha escluso una ripresa a breve delle trattative Fca-Renault. Anche il quotidiano Les Echos ha scritto che il dossier resta in piedi.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura