Mer 30 Settembre 2020 — 18:09

Borsa italiana oggi: Fca, Stm, Leonardo, Avio



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta debole e contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere in leggero calo (Ftse Mib -0,14% a 19.793 punti). La Borsa italiana è stata solo in parte sorretta dalle ricoperture su Stm, healthcare e risparmio gestito, mentre le vendite hanno fatto capolino su Cnh, utilities e petroliferi.

I future Usa trattano in rialzo.

Sul fronte coronavirus, AstraZeneca ha nuovamente interrotto i test sul vaccino. Questa volta l’interruzione dovrebbe durare almeno fino a metà settimana. Il motivo addotto è stato un “incidente sfavorevole”.

Dati macro positivi dalla Cina, dove produzione industriale e vendite al dettaglio di agosto hanno battuto le attese.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,44% a 23.454 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si rafforza a 1,1890; il petrolio consolida con il Brent a 39 dollari e il Wti a 37 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in deciso rialzo: Dow Jones +1,18% a 27.993 punti, S&P 500 +1,27% a 3.383 punti, Nasdaq +1,87% a 11.056 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Fiat Chrysler (Fca), che ha rivisto assieme a Peugeot i termini del maxi dividendo da 5,5 miliardi collegato alla fusione. La parte cash ammonterà a 2,9 miliardi. Il resto arriverà con la distribuzione a tutti gli azionisti della quota del 46% detenuta da Groupe Psa in Faurecia (23% agli azionisti Fca) che attualmente capitalizza 5,86 miliardi. In questo modo il nuovo gruppo (Stellantis) avrà a bilancio una liquidità di 2,6 miliardi di euro in più. Inoltre i rispettivi cda valuteranno la distribuzione di ulteriori 500 milioni agli azionisti di ciascuna società pre-closing o di 1 miliardo dopo il closing, sulla base delle condizioni di mercato e risultati. Intanto le sinergie a regime annue sono significativamente aumentate sino a oltre 5 miliardi, rispetto ai 3,7 miliardi originariamente stimati. Anche i costi totali stimati una tantum per raggiungere queste sinergie sono aumentati da 2,8 miliardi sino a un
massimo di 4 miliardi.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Société Générale ha promosso Leonardo da hold a buy con un prezzo obiettivo di 6,50 euro.

Gli analisti di Credit Suisse hanno limato il target price su Stmicroelectronics (Stm) da 30 a 28,50 euro confermando il rating outperform.

Possibili spunti dalle semestrali su Borsa italiana oggi, con i conti attesi questa sera a mercato chiuso di Salvatore Ferragamo. La maison fiorentina aveva diffuso a luglio ricavi preliminari pressoché dimezzati rispetto al primo semestre 2019 a quota 377 milioni di euro, con un crollo nel solo secondo trimestre 2020 di circa il 60%. Si guarda però anche a eventuali aggiornamenti sul trimestre in corso, soprattutto in Asia Pacifico, suo primo mercato, e in particolare in Cina.

Intanto sono stati diffusi i conti di Avio, gruppo aerospaziale di cui Leonardo ha una quota del 29,6%: il gruppo ha chiuso il primo semestre dell’anno con ricavi pari a 167,9 milioni (-11%), mentre il portafoglio ordini mostra un leggero decremento a 632 milioni (-5% rispetto a dicembre 2019); l’utile netto balza però del 19% a 8,4 milioni. La posizione di cassa netta al 30 giugno è pari a +26,9 milioni (+57,9 milioni al 31 dicembre 2019) “in linea con l’ordinario andamento stagionale del capitale circolante aziendale, nonostante la pandemia da Covid-19 e un significativo livello di investimenti pari a 12,4 milioni di Euro nel semestre. La solida posizione di cassa netta consente al Gruppo di affrontare le prossime sfide di crescita”.

Impatto trascurabile del Covid per Orsero: il gruppo attivo nell’importazione ed esportazione di prodotti ortofrutticoli ha chiuso il semestre con ricavi netti per 520,8 milioni (+5,7%) e un risultato netto adjusted positivo per 6,2 milioni da 1,1 milioni nel primo semestre 2019. Il titolo prima dei conti era salito ieri del +3,2%.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura