Dom 27 Settembre 2020 — 19:05

Borsa italiana oggi: banche, Fca, Astm, Tesmec



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

Borsa Covid

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere debole (Ftse Mib -0,36% a 17.558 punti). La Borsa italiana come gli altri listini internazionali continua a dipendere dagli sviluppi dell’epidemia di coronavirus e ora anche dai piani di governi per riaprire le attività economiche e sociali dopo i lockdown.

Si guarda anche alla nuova risalita dello spread Btp/Bund, arrivato ieri in chiusura a 216 punti e che continua la sua corsa oggi in apertura fino a quota 224 punti.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,45% a 19.550 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro tratta poco mosso a 1,0960 contro il dollaro; il petrolio tenta un rimbalzo dopo le vendite di ieri con il Brent a 29 dollari e il Wti a 20 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in rally: Dow Jones +2,39% a 23.949 punti, S&P 500 +3,06% a 2.846 punti, Nasdaq +3,95% a 8.515 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire le banche all’indomani di una seduta pesante per il comparto sulla scia dell’allargamento dello spread, oltre che di un report di Ubs che ha rivisto target e raccomandazioni su alcuni titoli alla luce dell’impatto del coronavirus. Fra le peggiori ieri Unicredit e Bper con ribassi superiori al 4%.

Nell’auto, settore che potrebbe riaprire i battenti anticipatamente secondo i piani del governo, Fca (ieri -0,25% dopo i rialzi della scorsa settimana) ha completato con successo la sindacazione con un gruppo di tredici banche della nuova linea di credito sottoscritta il 25 marzo. La linea di credito può essere tirata in una singola tranche di 3,5 miliardi, con durata iniziale di 12 mesi e con la possibilità di un’estensione a scelta del Gruppo per un periodo di ulteriori 6 mesi. Intanto a Wall Street il titolo ha chiuso ieri in rialzo del 3,7%.

Fra le trimestrali, Astm (gruppo Gavio) ha chiuso il 2019 con un fatturato di 2,07 miliardi (+20%), un Ebitda di 792 milioni (+4,1%) e un utile netto normalizzato di 170,4 milioni (da 166,5 milioni) mentre il cda ha proposto di destinare l’intero utile di esercizio a riserva, riservandosi l’eventuale distribuzione entro l’anno. Il gruppo sottolinea che le ripercussioni dell’emergenza Covid-19 sul traffico autostradale saranno “presumibilmente di entità significativa almeno nei primi due trimestri dell’anno”, come preannunciato dai “dati consuntivati al 31 marzo 2020 i quali evidenziano, rispetto agli stessi periodi dello scorso anno, nel trimestre primo gennaio/31 marzo 2020 un calo medio di circa il 20,4%, e nel mese di marzo una contrazione media di circa il 61%”.

Sullo Star, Tesmec ha annunciato questa mattina l’acquisizione del 100% del capitale sociale di 4 Servicer s.r.l., “società operante nel business di noleggio dei trencher”, per 9,4 milioni. Il cda ha proposto all’assemblea convocata il prossimo 21 maggio un aumento di capitale da 50 milioni che “ha già il supporto del socio di maggioranza TTC”.

banco bpm credit agricole 25-09-2020 — 11:43

Banco Bpm, spunta la pista Crédit Agricole

Il titolo prosegue la sua corsa nonostante le smentite dei francesi. L’istituto resta comunque il possibile obiettivo di una prossima operazione di fusione bancaria

continua la lettura